Cerca

Inchiesta della procura di Locri

Lanzetta, un'indagata a Palazzo Chigi

L'ex sindaco anti-'ndrangheta di Monasterace, in Calabria, avrebbe affidato un appalto per l'illuminazione pubblica senza regolare gara

Maria Carmela Lanzetta

Maria Carmela Lanzetta

Le hanno sparato tre colpi di pistola 7,65 contro la macchina nel 2012. E prima, le era stata incendiata la farmacia. Il curriculum antimafia di Maria Carmela Lanzetta, neonominata ministri degli Affari regionali, è ineccepibile, purtroppo anche dal punto di vista delle minacce e delle intimidazioni ricevute quando era sindaco di Monasterace, in Calabria. Eppure, una macchia su di lei c'è. E vien da chiedersi se nell'imbarcarla in squadra, Matteo renzi ne fosse a conoscenza oppure no: la Lanzetta, infatti, dalla scorsa estate risulta indagata dalla procura della Repubblica di Locri per abuso d’ufficio. Da prima cittadina, secondo la denuncia presentata nel marzo 2012 da alcuni consiglieri d'opposizione al Comune di Monasterace, nel 2010 avrebbe affidato un appalto per l’illuminazione pubblica da 230 mila euro senza svolgere regolare gara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • erikus

    26 Febbraio 2014 - 17:05

    Questa nostra magistratura inflessibile che non concede respiro alla politica mi lascia molti molto perplesso.

    Report

    Rispondi

blog