Cerca

Alta tensione

Firenze, aggredito il vicesindaco Nardella

Firenze, aggredito il vicesindaco Nardella

Prima uscita pubblica per il reggente di Renzi a Firenze e arrivano i primi fischi e i primi insulti. Dario Nardella, vicesindaco nel capoluogo toscanoha subito un'aggressione verbale e fisica da parte di alcuni ambulanti del fiorentino mercato di San Lorenzo, a Firenze. Atteso da una trentina di persone nel corridoio vicino al suo ufficio di Palazzo Vecchio, secondo alcuni testimoni Nardella e' stato prima insultato, poi minacciato con frasi del tipo: "Se ci rovini, noi roviniamo te" e "Sappiamo dove stai".

L'aggressione - In seguito, si apprende da fonti vicine al vicesindaco, in cinque hanno iniziato a spintonarlo. Nessun appuntamento era previsto fra il vicesindaco e gli ambulanti. Nardella domani avrebbe dovuto tenere una conferenza stampa per illustrare una proposta proprio per gli ambulanti del mercato di San Lorenzo, recentemente spostati dalla sede originaria di fronte e ai lati della basilica. Dopo l'aggressione da Palazzo Vecchio fanno sapere che non era previsto alcun appuntamento tra loro e Nardella. Ma il vicesindaco, candidato renziano per le amministrative ribatte: "Andiamo avanti con il sorriso, nessun timore. Abbiamo annullato la conferenza stampa di domani dove avremmo dovuto presentare proprio il piano per gli ambulanti. Ho annullato tutto. Non si ottiene soddisfazione dei propri diritti con l'arroganza, la prepotenza, le minacce e le intimidazioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tobyyy

    14 Marzo 2014 - 23:11

    Toby - Toh, il comunista Nardella si formalizza dell'arroganza, della prepotenza, delle minacce e intimidazioni, quando comunisti come lui, mettevano a soqquadro le città, bruciavano anche le auto degli operai e tiravano bombe molotov contro la polizia.....!

    Report

    Rispondi

blog