Cerca

Il piano

Renzi, tagli Irpef per gli immigrati

Renzi, tagli Irpef per gli immigrati

Matteo Renzi ha mostrato le sue slides. Ha promesso un taglio dell'Irpef e 80 euro in busta paga per chi guadagna meno di 1500 euro mensili. Il provvedimento ancora naviga nel mare delle promesse e in via XX settembre si affannano Padoan&Co. a cercare le coperture. Ma il progetto di Renzi include anche una tassazione sulle pensioni. A svelare il piano di palazzo Chigi è il sottosegretario al Tesoro Pier Paolo Baretta che solo ieri, intervenendo ad Agorà ha affermato: "Si può chiedere un prelievo intorno ai 3.000 euro o a una cifra che consenta un buon livello di vita. Sì, penso che possa essere chiesto, a crescere, un contributo di solidarietà".

Soldi agli immigrati - Insomma più soldi in busta paga a chi lavora e mani nelle tasche dei pensionati. Ma chi godrà davvero del taglio dell'Irpef? Una parte dei lavoratori che metteranno le mani sui famosi 80 euro mensili sono immigrati. Il taglio dell’Irpef promesso da Matteo Renzi andrà infatti a beneficio di 1,7 milioni di immigrati: il 15% del totale di lavoratori che godranno degli 80 euro promessi in busta paga dal 27 maggio. È la stima della Fondazione Leone Moressa. Quindi dei 10 miliardi previsti dalla manovra del taglio del cuneo fiscale, il 15,4% sarà destinato a contribuenti stranieri. Dalle dichiarazioni dei redditi 2012, contribuenti stranieri in Italia risultano essere 3,4 milioni e dichiarano complessivamente redditi per 43,6 miliardi di euro. Rappresentano l’8,3% dei contribuenti totali e certificano il 5,4% dell’intera ricchezza prodotta.

I numeri - Mediamente gli stranieri hanno dichiarato nel 2012, 12.880 euro a testa, 6.780 euro in meno dei contribuenti nati in Italia. Secondo i ricercatori della Fondazione Leone Moressa, “fra i lavoratori dipendenti stranieri, meno del 10% ha un reddito superiore a 25mila euro, mentre fra gli italiani oltre il 30% supera questa quota. Considerando che il taglio dell’Irpef si rivolge ai dipendenti con un reddito annuo inferiore ai 25mila euro, una quota considerevole andrà ai lavoratori stranieri: si stima che saranno 1,7 milioni a beneficiarne, per un ammontare complessivo di 1,5 miliardi di euro”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    24 Marzo 2014 - 15:03

    passo dopo passo continua ad avverarsi quella ''previsione'' di suicidio da parte della bestiale vecchia politica, fatta da Grillo. Lasciamogli tempo e si suicideranno, ha detto, e infatti ...succede proprio così, lo si vedrà alle prox elezioni.

    Report

    Rispondi

  • marcello marilli

    24 Marzo 2014 - 15:03

    non mi importa niente (per non dire peggio) degli immigrati . decurtare la mia pensione per foraggiare gli immigrati mi sembra non un atto di solidarietà , ma un'enorme bischerata. daremo soldi a chi non farà niente e probabilmente verrà a rubare in casa mia . adesso aspetto le vestali del politicamente corretto a redarguirmi per quanto affermato. ma non mi frega niente del loro pensiero

    Report

    Rispondi

  • papera

    24 Marzo 2014 - 14:02

    e' una vergogna!!! Se li portassero a casa loro o dalla Merkel tutti questi immigrati. Dobbiamo vivere alle soglia della sussistenza ed a noi non solo non danno nulla ma continuano a prelevare. Avevo fatto richiesta del contributo ISEE per l'anno 2011 ed ancora non e' stato stanziato (se mai la regione lo fara') alcun fondo. basta che pensano a rubare loro. Noi cosa dobbiamo fare? Ribellarsi!

    Report

    Rispondi

  • milibe

    24 Marzo 2014 - 12:12

    ma perche' sempre i pensionati? e non tagli a superstipendi,vitalizi, vantaggi di ogni tipo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog