Cerca

La rilevazione per Mentana

Sondaggio Emg per TgLa7, centrosinistra avanti, niente ballottaggio. Renzi super, Grillo flop

Sondaggio Emg per TgLa7, centrosinistra avanti, niente ballottaggio. Renzi super, Grillo flop

Se si votasse oggi, il centrosinistra vincerebbe senza bisogno di andare al ballottaggio, anche se di un soffio. E' il verdetto del sondaggio Emg per il TgLa7 di Enrico Mentana. A trainare il Pd è l'effetto-annuncio delle riforme promesse dal premier Matteo Renzi, che tra lavoro e taglio dell'Irpef ha incassato il consenso di molti intervistati. Non è un caso che mentre la fiducia nel presidente del Consiglio salga di altri due punti (oggi siamo al 43%), il suo più grande avversario, Beppe Grillo, abbia registrato un balzo indietro clamoroso.

Centrosinistra avanti - Il Partito democratico sfonda, sia pure di pochissimo, il muro del 37% che eviterebbe il ricorso al secondo turno in caso di elezioni politiche. Il Pd è al 31,9%, con un balzo dell'1,5, e nonostante la discesa di Sel (al 3,1%, -0,2) la coalizione di centrosinistra riesce a toccare il 37,1% (+1,5). Il dinamismo di Renzi e il pacchetto presentato in modo roboante la scorsa settimana, come detto, hanno condizionato in modo decisivo l'atteggiamento dei possibili elettori, che non a caso hanno al contrario penalizzato il Movimento 5 Stelle: Grillo oggi scenderebbe al 22,1%, resta il secondo partito ma digerire un calo in sette giorni dell'1,7 non è facile. 

Centrodestra stabile - Il centrodestra per ora, bloccato sul futuro di Silvio Berlusconi candidato al Parlamento europeo solo sulla carta, è in stallo anche sul fronte sondaggi. Forza Italia cede lo 0,2 e scende al 20,8%  mentre crescono dello 0,3 sia Nuovo Centrodestra (3,8%) sia Lega Nord (4,5%). Nel complesso però, anche a causa del sostanziale equilibrio di Fratelli d'Italia (3,1%, +0,1) e Udc (1,6%, come una settimana fa), la coalizione anti-Renzi (ammesso che si possa presentare con queste forze a eventuali politiche) si ferma al 35%, in crescita solo dello 0,3. E le mirabolanti promesse del premier difficilmente ridurranno la forbice, almeno per le prossime settimane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Dacascos91

    18 Marzo 2014 - 20:08

    Il dinamismo di Renzi? HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

    Report

    Rispondi

  • Dacascos91

    18 Marzo 2014 - 20:08

    Sono i soliti sondaggi bufala che da sempre sovrastimano il PD in maniera ridicola. Guarda caso poi a ridosso delle elezioni nazionali il M5S nei sondaggi cala sempre precipitosamente, la settimana prima delle politiche di febbraio era addirittura sceso al 14%... e poi ha preso il 25,6%!!!

    Report

    Rispondi

  • Dacascos91

    18 Marzo 2014 - 20:08

    Per le elezioni di febbraio 2013 gli stessi sondaggi stimavano il PD al 34% e il M5S al 14% e ottennero entrambi il 25%. Se ora danno il PD al 32% e il M5S al 22% e i margini di errore risultassero gli stessi...

    Report

    Rispondi

  • Dacascos91

    18 Marzo 2014 - 20:08

    Ovvio che i sondaggi siano tutti dalla parte del non eletto Renzi, dal momento che ha tutti i media in suo favore. Questi però sono gli stessi sondaggi farsa che per le elezioni di febbraio 2013 stimavano il M5S al 14% e il PD al 34% mentre invece hanno ottenuto entrambi il 25%. Sondaggi bufala quindi, con percentuali inventate e privi di ogni attendibilità.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog