Cerca

Combattivo

Berlusconi: "Vogliono distruggermi, ma non lo consentirò"

Dopo la Cassazione sull'interdizione, il Cav teme il flop alle europee e l'aggravarsi delle divisioni interne a Forza Italia

"Berlusconi resta il nostro leader e nessuno potrà impedirgli di fare campagna elettorale". E' Giovanni Toti a esternare la combattività del Cavaliere all'indomani della sentenza con cui la Cassazione ne ha confermato l'interdizione dai pubblici uffici per due anni. "Vogliono farmi fuori, distruggermi da un punto di vista personale e politico, ma io non lo consentirò" ha commentato a caldo il Cavaliere, riunito ad Arcore coi suoi collaboratori. Decisiva, per la cosiddetta "agibilità politica" sarà la decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano che il 10 aprile sarà chiamato a optare tra arresti domiciliari e servizi sociali.

Il timore è che senza Berlusconi in campo da protagonista (anche senza essere candidato), il partito fatichi a tenere le preferenze (23%) guadagnate alle politiche del febbraio 2013, anche se l'elettorato azzurro ha già dato prova di considerare l'accerchiamento giudiziario nei confronti di berlusconi come uno stimolo fortissimo per andare a votare. I timori principali, semmai, sono legati alla tenuta del partito, che ha già dato segnali di divisione tra il gruppo degli stretti collaboratori del leader (a partire dalla compagna Francesca Pascale per finire alla senatrice Rossi e al consigliere politico Toti), chi come la Santanchè sta raccogliendo le firme per la grazia, chi come il capogruppo Romani bolla l'iniziativa come "inopportuna". E ancora, big come Fitto che vogliono far pesare i loro voti correndo alle europee, Brunetta che immagina nuove larghe maggioranza con Renzi, Toti che considera l'iniziativa prematura prima delle europee. Con sullo sfondo la mancanza di decisioni sull'ufficio di presidenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    03 Aprile 2014 - 10:10

    Non c'é nulla da ''non consentire''. E' già coinsentiuto o Sentito con Meglio in francese. '' sentito ''CON'

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Aprile 2014 - 10:10

    Silvio, Toti, se capite... Dura lex sed lex. E' così per tutti, anche per voi che non siete al di sopra degli altri.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    19 Marzo 2014 - 14:02

    Sarà, ma guarda che casino succede a farsa italia. Però Mr Mi consenta, non lo consentirà, e se lo dice lui....

    Report

    Rispondi

  • paolino2

    19 Marzo 2014 - 11:11

    A morte dovrebbero metterti nanerottolo di cacca!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog