Cerca

La polemica

Matteo Renzi: "Tagli ai super stipendi, è giustizia sociale"

Matteo Renzi

Intervistato dal Tg1 delle 20, Matteo Renzi torna sulle polemiche che stanno agitando gli ultimi giorni, quella del taglio dei compensi ai manager pubblici e quella con Confindustria e sindacati. Il premier attacca: "Non mi interessa il consenso di questa o quell'associazione, mi interessa il consenso delle famiglie italiane. Sono 20 anni che guardando la tv si vedono Confindustria e sindacati arrabbiarsi, ce ne faremo una ragione". Quindi Renzi definisce Camusso e Squinzi "la strana coppia, perché mi fa un po' sorridere il fatto che sono 20 anni che si arrabbiano" per le stesse cose. E ancora: "Una volta tanto che abbiamo cambiato e abbiamo abbassato l'Irap, bene, si sono arrabbiati anche stavolta".

"Giustizia sociale" - Poi, come detto, nel mirino ci finiscono i tagli ai super stipendi dei manager pubblici: "Resisteranno a parole, ma poi ovviamente è naturale che le cose cambino, non è possibile che l'ad di una società guadagni 1.000 volte in più dell'ultimo operaio, torniamo a un principio di giustizia sociale. Noi non molliamo". Insomma, il premier non retrocede e ribatte ancora all'ad di Ferrovie dello Stato, Moretti, che si è detto pronto ad andare all'estero in caso di tagli. Renzi, infine, ha ricordato: "Quando c'era Olivetti, il rapporto era di 1 a 10. Torniamo a un principio di giustizia sociale - ha ribadito -, dare un po' meno a chi guadagna milioni e rimettere in moto economia e ceto medio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fraferra

    25 Marzo 2014 - 15:03

    Sono semplicemente stupito!! Voglio sapere se RENZI, Presidente del Consiglio, può tagliare gli stipendi dei supermanagers, oppure se bisogna fare la votazione in Parlamento,,,,, Se Renzi ha questa possibilità, perchè i precedenti Berlusconi, Prodi, Amato, eccc,,,, non hanno mai fatto niente??? Sono da mandare SUBITO IN GALERA!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • ireago

    24 Marzo 2014 - 19:07

    Renzi, non solo crea dei falsi problemi e confonde, cosi, i cittadini, ma semina zizzania anche tra di loro. Astro

    Report

    Rispondi

  • arwen

    24 Marzo 2014 - 11:11

    Perchè invece 15000 euro e il vitalizio a partire dai 60 anni a un parlamentare o senatore sono segno di equità sociale? Un lavoratore DEVE lavorare fino a 65/67 anni, se è fortunato, x mettere insieme una pensione che loro si fanno pagare dalla comunità per appena 5 anni di "lavoro". E' equità mister Renzi? Se ci fosse giustizia sociale e equità, ora, lei non sarebbe presidente del consiglio!

    Report

    Rispondi

  • encol

    24 Marzo 2014 - 07:07

    Va benissimo, ma è giustizia sociale URGENTISSIMA anche eliminare l'indecenza degli emolumenti ai politici, il vitalizio superschifoso, il finanziamento pubblico ai partiti, il costo indignitoso del quirinale, i megaaffitti dei palazzi del potere quando potrebbero essere riuniti tutti in uno solo ecc.ecc. Capisco che questa non è materia per "l'eurobullo" qui ci vogliono le palle quadrate VERE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog