Cerca

Politica

Veneto: Colomban (Rete Si'), o si cambia o finisce come in Crimea

0

Treviso, 26 mar. (Adnkronos) - "Qui, in Veneto se non si cambia e presto, probabilmente succedera' quanto e' avvenuto in Crimea". Non usa mezzi termini l'imprenditore Massimo Colomban, gia' creatore della multinazionale Parmastleelisa, e oggi fondatore di 'Rete Si', salviamo l'Italia', che all'Adnkronos spiega quale potrebbe essere il futuro delle spinte autonomistiche che si stanno moltiplicando di giorno in giorno in regione.

"Poco importa se al referendum di 'Plebiscito.eu', hanno votato 2 mlioni o 200 mila persone, la verita' e' che l'80-90 per cento dei veneti e' a favore di un'autonomia vera, e soprattutto, non ne puo' di uno stato sempre piu' oppressivo sul fronte fiscale e burocratico - avverte Colomban - di federalismo se ne parla ormai da dieci anni, e non e' successo nulla, tanto e' vero che ogni giorno nascono partiti, movimenti, reti, associazioni autonomiste che vanno oltre la Lega, e che accusano il Carroccio di non aver fatto abbastanza. Adesso con Salvini forse sta recupendo: qui non si tratta di uscire dall'euro o meno, la verita' e' che non si puo' piu' andare avanti con l'Europa guidata dalla Germania e dalle banche: nei nostri territori abbiamo gia' perso il 30 per cento delle imprese e un altro 20 per cento di imprese sono a rischio, se non si fa presto a cambiare".

Cosi', per l'imprenditore trevigiano "la formula giusta potrebbe essere quella della Svizzera, dove il federalismo funziona davvero, e dove ogni decisione importante viene presa dopo un referendum popolare, la vera democrazia e' questa".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media