Cerca

Mondo azzurro

Daniela Santanchè, la raccolta fondi per Forza Italia fa arrabbiare Berlusconi

Daniela Santanchè

Tempi cupi, per Silvio Berlusconi, sul quale incombe il verdetto dei giudici: si decide della sua libertà. Servizi sociali o arresti domiciliari? Comunque vada, per il Cav, sarà una decisione difficilissima da accettare. Ma a turbare i pensieri del leader di Forza Italia non c'è soltanto l'assedio togato, a cui volente o nolente dopo un ventennio ci ha fatto il callo, ma anche - e forse soprattutto - ci sono le beghe interne al suo partito. La guerriglia sulle liste per le Europee ha lasciato il segno, come è grande la delusione per la freddissima accoglienza riservata da parte del partito a Giovanni Toti, il suo nuovo pupillo nonché teorico delfino.

Nomine - In un contesto azzurro burrascoso, non sfugge la peculiare parabala di Daniela Santanchè, che nel giro di dodici mesi malcontati è passata dall'essere la consigliera più fidata del Cavaliere fino alla sostanziale estromissione da quello che la sintesi giornalistica definisce il "cerchio magico" di Berlusconi. La pitonessa, infatti, nel neo-nominato Ufficio di presidenza di Forza Italia, è stata relegata nella seconda fascia, quella degli uditori senza diritto di voto. Non granchè. Ma perché? Le ragioni sono molteplici, e vanno dalle resistenze contro Toti, a un attivismo non sempre gradito dal Cavaliere e fino all'iniziativa della raccolta firme per far candidare il leader, iniziativa che ha lasciato perplesso il leader stesso.

Pecunia - C'è poi un altro motivo che avrebbe fatto calare sensibilmente le "quotazioni" della pitonessa nel personalissimo borsino dell'uomo di Arcore. Di questa ragione ce ne da conto Marcello Sorgi su La Stampa, secondo il quale la Santanchè sarebbe finita "in cima alla lista delle delusioni" per "un motivo molto pratico": alla pitonessa era stata affidata la raccolta fondi di Forza Italia, che però negli ultimi sei mesi, complici gli altri fronti interni e i problemi di un partito ancora in cerca di identità, è andata a rilento. Il punto è che ora, con la (quasi) abolizione del finanziamento pubblico, gli azzurri hanno bisogno di soldi, e questi soldi, per ora, la Santanchè non li ha ancora trovati. Il partito, da anni, campa anche grazie maxi-assegni staccati da Berlusconi, che però - dopo, tra le altre, la sentenza sul lodo Mondadori - oggi di staccare un maxi-assegno non ha affatto voglia. Ne segue che la stella della pitonessa si è ofuscata...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tony_a

    05 Aprile 2014 - 18:06

    Solitamente io votavo Berlusconi, ma da quando FI ha votato a favore dell'Immigrazione Selvaggia, hanno perso il mio voto e quello della mia famiglia. Mai più Forza Italia.... Li considero dei traditori!

    Report

    Rispondi

  • gioch

    29 Marzo 2014 - 18:06

    Contestando apertamente Toti,così come ha fatto con Alfano,ha dimostrato di essere fra le migliori,se non la migliore in assoluto.Quantomeno non le manda a dire.

    Report

    Rispondi

  • gioch

    29 Marzo 2014 - 18:06

    L'ignoranza del clone di quello intelligente(Renzo Bossi è l'intelligente,per chi ha memoria corta).

    Report

    Rispondi

  • mauro iacomelli

    29 Marzo 2014 - 17:05

    Vai a cercarTi i voti !!! Candidati alle Europee, un voto in più della D'ADDARIO (tot 7 preferenze a Bari) sicuramente lo riesci a prendere ... capito pitonessa ??? ... ma perché la chiamano pitonessa ??? Gia molti anni fa un serpente pitonato rovinò l'umanità, questa rovina Forza Italia e Berlusconi ... ritorna da dove sei venuta ... hai detto "orgogliosa di essere fascista" bene vai con i fasci

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog