Cerca

alla frutta

Pd, si spacca la sinistra del partito

Pd, si spacca la sinistra del partito

Il Pd è in frantumi. Rischia l'implosione. La minoranza della sinistra dem mal digerisce la leadership di Matteo Renzi e così adesso prova ad andare per conto proprio. Ma i rossi del Nzareno non riescono a restare uniti. Così anche il blocco anti-Renzi guidato da Gianni Cuperlo si frantuma. Una nota dell'ex presidente del Pd certifica la fine della minoranza. Insomma le anime comuniste del Pd si disperderanno in mille correnti che assicurano una battaglia interna contro Renzi ma che con la frantumazione si epongo al rischio dell'estinzione. A far saltare il banco è il decreto sul lavoro.  Le varie anime dell'opposizione interna, dai bersaniani a Pippo Civati, non sono spaccati. Qualcuno, spiega Cuperlo a Repubblica "vuole rinchiudersi dentro fortini a protezione dello status quo. Quando la sinistra si chiude e si divide perde. È un peccato rassegnarsi a correnti piccole, medie o grandi che non comunicano". 

La diaspora - Bersaniani e un po' di lettiani si separano, vanno da un'altra parte, non riconoscono più la leadership dello sfidante di Renzi, si affidano semmai alla guida di Roberto Speranza e Guglielmo Epifani. Ma Cuperlo li attacca, accusandoli di saper fare solo campagne anti-Renzi: "Il congresso è alle spalle. Siamo entrati in un ciclo nuovo". Che non significa schierarsi con il premier. Semmai, dice Cuperlo, evitare di fargli il regalo più grande: un'opposizione frammentata e quindi invisibile. Ma la divisione accompagna de sempre la sinistra e se c'è un cavallo vincente l'obiettivo è sempre lo stesso: azzopparlo. E Renzi lo sa...

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    02 Aprile 2014 - 14:02

    Il PD sbanda ? chissenfrega di questi vetero-ignoranti. L'importante è che NON SBANDI RENZI, che è l'unico che oggi abbia la Forza Giovanile di ''battersi e mettersi in gioco'' per cancellare le bestialità accumulate per decenni dai maledetti del PD e del PDL, e dalle loro precedenti sigle. Renzi NON cancellerà TUTTO il marcio, non ha la cultura necessaria, sufficente, ma intanto COMINCIA...

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    31 Marzo 2014 - 00:12

    non esiste. il compagno è ipocrita di base. il compagno è ipocrita dentro. sanno che sta partendo la dittatura di renzi ma pur di non lasciare la cadrega stanno lì, si turano il naso, si frantumano quella roba che hanno sotto la calotta cranica ma votano tutto altrimenti il pinocchietto fiorentino se ne va. dignità zero virgola niente.

    Report

    Rispondi

  • alpinofriz

    30 Marzo 2014 - 21:09

    Speriamo che, chi vota PD, si renda conto chi vuole frenare l'Italia e cerca solo di mantenere lo status quo e i propri privilegi. L'hanno capito anche gli asini !

    Report

    Rispondi

  • spalella

    30 Marzo 2014 - 20:08

    Renzi faccia un npartito socialdemcoratico di tipo nord europeo, senza la zavorra vecchi PCI. Avrà molti più consensi di oggi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog