Cerca

L'imboscata

Riforme, Senato: Renzi teme l'asse Grillo-Civati

Riforme, Senato: Renzi teme l'asse Grillo-Civati

Un tempo erano amici. Insieme hanno dato vita alla Leopolda (primo vero debutto della rottamazione Pd). Ora Pippo Civati e Matteo Renzi sono arrivati alla guerra aperta. Civati è la spina nel fianco del premier. La partita che Renzi sta giocando sulla Riforma del Senato prevede un prezzo alto. Se la partita finisce male, Renzi dovrà rassegnare le dimissioni. Così le alleanze per il voto in Aula sulla riforma diventano fondamentali. Bisogna capire soprattutto cosa farà il Pd che pare poco compatto alle spalle del premier.

L'asse Civati-Grillo - Renzi ha paura. Il terrore che toglie il sonno al premier è che la corrente dei civatiani conduca con il Movimento 5 Stelle la battaglia contro quella che sia Grillo e Civati definiscono una "finta riforma". Insomma Pippo potrebbe preparare un'imboscata per Matteo. L'asse Grillo-Civati sul voto in Aula potrebbe avere effetti devastanti. Solo un "soccorso" azzurro potrebbe salvare il premier da una figuraccia, a patto che Renzi sia disposto a rivedere il testo della riforma insieme a Forza Italia. Renzi ripete come un mantra: "Non ho paura, sono tranquillo". Intanto Civati e Grillo sono pronti a pugnalarlo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    02 Aprile 2014 - 18:06

    Grillo e Civati non hanno nulla in comune. Il senato difeso da grillo è un DOPPIONE inserito Però nella Democrazia dal Basso, nelle Leggi di Inziativa Popolare, gestito dal Pragmatismo 5 stelle. Civati vuole invece il senato per quella BESTIALITA' che il suo PD ha sempre Mantenuto e Usato. STESSO SENATO, MA DIVERSISSIMO USO E CULTURA. A me piace la cultura grillina, e non di civati.

    Report

    Rispondi

  • zuchet

    02 Aprile 2014 - 16:04

    Effettivamente! D'altronde chi conosce, e pratica, l'arte di pugnalare alle spalle ("Enrico sta sereno!") è certo consapevole di poter essere a sua volta pugnalato alle spalle.

    Report

    Rispondi

  • AGFD

    02 Aprile 2014 - 16:04

    Beh ragazzi, va bene che dovete parlare d' altro, dato che il mitico Cav se becca il 20% è tanto, però, suvvia, un pò più di serietà.

    Report

    Rispondi

  • aizzo

    02 Aprile 2014 - 15:03

    Civati, Cuperlo etc etc, tutti usciti dal cilindro... ma chi sono? E che vogliono?? La distruzione del paese? L'ennesimo Premier nominato dal Palazzo? E no! Così no. Questa gente vada a lavorare!! Non posso permettersi oggi di affliggere il paese con le loro beghe e dispetti interni!!!

    Report

    Rispondi

blog