Cerca

Bene anche la Lega

Marine Le Pen sceglie Giorgia Meloni come alleata: "Sostiene la battaglia contro l'euro"

Marine Le Pen sceglie Giorgia Meloni come alleata: "Sostiene la battaglia contro l'euro"

Marine Le Pen ha scelto Giorgia Meloni. In un'intervista pubblicata su Lanotiziagiornale.it, la leader del partito francese di estrema destra racconta la sua idea di alleanze per un fronte anti euro e vede nella collega di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale una valida collaboratrice. "Seguo con attenzione Fratelli d'Italia - dice la Le Pen - perché sostiene la battaglia contro l'euro che ha creato disoccupazione e rafforzato il sistema delle banche. E sono aperta al dialogo anche con la Lega e con il Movimento 5 Stelle". 

Lega anti euro - Marine Le Pen sta ottenendo un grande successo in Francia, raccogliendo tutti i voti dei delusi dalla crisi e dall'Unione Europea. Così guarda con interesse ai partiti stranieri che portano avanti gli stessi valori, tra cui la Lega Nord, con cui ha molte idee in comune: "La destra francese ha inquietudini in comune con la Lega Nord. Penso all’euro e al funzionamento anti democratico dell’Unione Europea." A stupire, però, è che considera un possibile alleato anche il partito di Beppe Grillo, su cui però ha delle perplessità: "Ci sono alcuni punti su cui si può anche essere d’accordo con il movimento di Beppe Grillo - afferma - come l'uscita dall'euro. Ma c'è un rimprovero che gli faccio: trovo il suo movimento incoerente, senza una vera visione politica, non hanno una strada da indicare al popolo. Accanto alla protesta serve una proposta".

Critiche a Matteo Renzi - Per quanto riguarda le idee sull'Europa del nostro Presidente del Consiglio, la Le Pen non ne ha una buona opinione: "Guardi di Matteo Renzi ne ho visti una cinquantina passare in Francia in questi anni. Un giovane che mi viene e spiegare che l'Unione Europea non è il male… È una delle tante persone che sostiene che l'Unione Europea non funziona, che serve una nuova Europa, una Europa diversa, che bisogna cambiare le cose, che batterà i pugni sul tavolo e si impegnerà in prima persona. Bene. Sa una cosa? Non ho mai visto succedere nulla in Francia e credo sia così anche in Europa". Poi si dichiara "sospettosa" nei confronti di chi non dice che vuole rompere con l'Europa, per questo le piace la politica di Giorgia Meloni, che si scaglia apertamente contro l'Ue.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinox

    24 Aprile 2014 - 11:11

    l euro è gia' di fatto fallito, l'eurozona è la barzelletta del mondo, un sistema di moneta unica per stati con potenze economiche diverse non poteva funzionare, una follia senza precedenti al mondo....piu' si aspetta a farlo saltare e piu' danni fara'!

    Report

    Rispondi

  • attualità

    16 Aprile 2014 - 11:11

    I partiti di estrema destra sono la verita' assoluta ! W L'Italia - Chiudere subito le frontiere ,poi si potra' uscire dall'euro senza dificolta' !!

    Report

    Rispondi

  • babbone

    15 Aprile 2014 - 18:06

    Fiduciosi in Giorgia Meloni voteremo FdI poi canteremo l'Inno di Mameli.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    15 Aprile 2014 - 18:06

    La preferenza di Marine Le Pen per Giorgia Meloni non sorprende: Giorgia Meloni è la figura politica italiana nella quale Marine Le Pen trova il maggior numero di punti di convergenza con la propria posizione fortemente anti-europeista (questa infame Europa che, capeggiata dalla Germania egemone, tiene al guinzaglio gli altri paesi). Il nazionalismo-patriottismo è per entrambe un valore simbolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog