Cerca

Il dibattito

Il futuro del centrodestra: cosa pensano i lettori di Berlusconi e Renzi

Il futuro del centrodestra: cosa pensano i lettori di Berlusconi e Renzi

Pubblichiamo una scelta delle lettere inviate alla nostra redazione in seguito alla pubblicazione dell'editoriale di Maurizio Belpietro dello scorso 6 aprile. "Che si fa per fermare il declino" del centrodestra?, si chiedeva il direttore di Libero: "C'è qualcuno che si sveglia e riprende in mano la bandiera dando manforte al Cavaliere (ex), oppure tocca accettare il tramonto di una storia politica ventennale, rassegnandoci a morire renziani, cioè a una specie di sottomarca pasticciona di quello che un tempo era il sogno liberale di Silvio Berlusconi?". Ecco che cosa avete risposto.

Scrivete le vostre opinioni a
lettere@liberoquotidiano.it

 

 

 

Chiamo Forza Italia, nessuno mi risponde
Anche oggi ho provato a chiamare la sede di Roma di Forza Italia a questo numero: 066780132. Anche questa volta non ho ricevuto risposta. Non penso che proverò più. Tuttavia io non mi arrendo a pensare di dover «morire renziano». Ribadisco lavoglia di visi puliti e concordo con la necessità di presentarsi agli italiani con chiare scelte politiche liberali. Costi quel che costi, dobbiamo rappresentare il partito liberale di questo paese, senza se e senza ma.
Lino Arenare email

Inseguendo il premier si perdono altri voti
Il punto cruciale è chiedersi come si deve porre Forza Italia rispetto alle posizioni di Renzi. Se Forza italia avrà paura di inimicarsi gli elettori attratti dalle sirene delle presunte riforme, io credo che perderà sempre più voti. Forza Italia da tre anni a questa parte ripete il mantra della responsabilità di fronte al Paese e poi vota tutto ciò che gli propinano. Sono ormai 3-4 anni che Napolitano
ripete che il Paese ha bisogno di riforme, ma quali sono queste riforme? Ah, Renzi ha abolito le province, vuole abolire il Senato e
propone l’Italicum. A me sembrano tanto finte riforme per portare voti al Pd,mentre Forza Italia rimarrà con il cerino in mano. Forza Italia deve avere il coraggio di non votare le finte riforme e spiegare agli elettori perché sono finte, senza appiattirsi sulle posizioni della sinistra. Se Berlusconi non è in grado di opporsi al Pd, per tutti i problemi che la magistratura e la sinistra gli hanno creato, è meglio che lasci le redini del partito ad uno o una che non ha di questi problemi e che possa fare un’opposizione vera. Cari moderati, ricordiamoci sempre da che parrocchia arriva Renzi. Non sono certo 24 auto blu vendute su ebay che fanno di un venditore di fumo uno statista.
Roberto P. email

Facciamo proposte ma nessuno ascolta
Siamo stati impegnati in Forza Italia e nel Popolo della Libertà per 20 anni, qui a Bruxelles. Il partito non ci ha mai preso sul serio e, spesso, ci ha snobbato. Il 24 marzo 2012 in un incontro che si è svolto qui abbiamo proposto al PdL un programma per l’Italia e per l’Europa. Zero reazioni. Ci è stato risposto che non sapevamo cosa è la politica. Berlusconi ha creato una corte
e una corte non sa fare politica, vive di luce riflessa. Una corte ha paura di tutti e impedisce a chiunque persino di esprimere le proprie idee.Un «MatteoRenzi» non avrebbe mai potuto scalare Forza Italia o il Popolo della Libertà semplicemente perché non c’è mai stato un partito. Decideva sempre tutto Lui e gli altri seguivano o sgomitavano per guadagnare un posto al Sole, anche Alfano.Ora Lei ha posto delle belle domande al termine del Suo editoriale: che si fa per fermare il declino? Noi le idee le abbiamo espresse e le abbiamo. Ma dov’è lo  spazio politico e mediatico per poterle esprimere per aver la possibilità di essere ascoltati e presi sul serio?
Gruppo Primavera di Libertà Bruxelles

Uno di sinistra non lo voterò mai
Leggo le lettere e rimango basita!Ma che razza di gente... certo non sono elettori di Forza Italia e nemmeno di destra. Perché io non voto Renzi neanche se m iammazzano, perché Renzi è di sinistra, borioso, pieno di sé e farà solo molti danni. Berlusconi dovrebbe fare un’opposizione seria votando contro quella porcheria di programma. Dovrebbe lottare, lottare contro tutta quella
massa di comunisti che non vedono l’ora di mettere le mani su tutto.
Luisa Mistrello email

Consiglio a Silvio: meglio la galera
Mi unisco alle conclusioni degli amici lettori semplicemente consigliando al Nostro di farsi mettere in galera poiché solo in questo modo l’opinione pubblica riconoscerebbe i responsabili di questa grande idiozia, che cercano di abbattere il leader di un partito con 10 milioni di voti.
Franco Lorenzoni email

Parlate agli elettori frodati dallo Stato
Solo Gesù Cristo si dice che abbia resuscitato i morti! Fi non ha più spazio, perché non ha più idee, è tutta ripiegata sulle disgrazie del leader.Gli elettori ritorneranno a fare la destra in doppio petto, che critica fino a un certo puntoma è parte integrale del sistema. Se mi permette anche Libero dovrebbe ritagliarsi una nuova frangia di lettori: basta parlare agli elettori di Fi, occorre parlare agli elettori frodati dallo Stato con proposte articolate e dettagliate.
M. Borsa email

Gli azzurri propongano l’uscita dall’euro
La situazione di Fi è davvero critica. Il tempo stringe perché le elezioni europee sono vicinissime.A mio parere la scelta da fare è una sola: cavalcare il tema dell’uscita dall’euro, oggi proposto da Lega e FdI. In alternativa, per non spaventare qualche moderato, promettere una dura battaglia per modificare in maniera significativa i parametri europei, precisando sin d’ora che, in caso di risposte negative o dilatorie, l’Italia uscirà dall’euro.Ci vuole coraggio per fare questa scelta,ma, se Fi saprà spiegarla bene, potrebbe risultare lamossa vincente.
Gian Franco Sommazzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • irucangy

    28 Maggio 2014 - 13:01

    assolutamente primarie, opposizione dura al Pd, e politica euroexit chiara. Da questo bisogna ripartire.

    Report

    Rispondi

  • piccio63

    28 Maggio 2014 - 12:12

    X Franco Lorenzoni: hem, lei è rimasto un po' indietro. diciamo circa 4 mln. se poi calcoliamo che almeno la metà sono comprati col sistema mafie...

    Report

    Rispondi

  • nero48

    28 Maggio 2014 - 12:12

    Occorre un leader giovane, capace ed aggressivo che abbia l'autorità e le capacità di trascinare; in un momento come questo se avessimo avuto un leader simile alla Le Pen la destra avrebbe vinto; è vero che i francesi sono più popolo e più tosti degli italiani ma comunque la mancanza di idee chiare non ha premiato nessuno solo la Lega ha dimostrato in Salvini di avere un leader

    Report

    Rispondi

  • piccio63

    28 Maggio 2014 - 12:12

    idee zero?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog