Cerca

L'ordinanza che fa discutere

Tosi multa fino a 500 euro
a chi fa la carità ai senzatetto

Tosi multa fino a 500 euro
a chi  fa la carità ai  senzatetto

Una multa a chi porta cibo ai senzatetto in determinate zone del centro della città. Da un minimo di 25 euro a un massimo di 500. Lo ha deciso il sindaco di Verona Flavio Tosi che ha firmato l’ordinanza martedì scorso che, c’è da scommetterci, scatenerà moltissime polemiche. “Alcune aree del centro sono divenute negli ultimi mesi zona di bivacco permanente di numerose persone senza fissa dimora, alcune note alle forze dell’ordine e già colpite da provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale. Nell’area - ha spiegato il sindaco - è quindi aumentato in modo preoccupante il degrado urbano, con veri e propri accampamenti formati da materassi, resti di cibo, sporcizia ed un crescente pericolo igienico-sanitario dovuto ai bisogni fisiologici di coloro che bivaccano nelle ore serali e notturne”.

Tosi, prevedendo e prevenendo le razioni furiose dell’opposizione ha sottolineato come l’amministrazione ritenga fondamentale l’assistenza verso i più bisognosi ma “in un contesto di equilibrio con la civile convivenza, con il rispetto dei residenti e delle norme igienico-sanitarie”. E ha precisato che il Comune ha predisposto da tempo dei locarli per “la dignitosa somministrazione dei pasti nel sostegno dei soggetti bisognosi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    27 Giugno 2014 - 19:07

    Se lo fa contro gli italiani si merita senza ombra di dubbio una coperta in testa e giù legnate.Se lo fa per tutti gli straccioni raccattati in giro per il mondo fatica sprecata.Questi non hanno nemmeno gli occhi per piangere.Nessuno gli ha detto di venire qua.Per cui legnate pure a loro e calci in culo fin sulla porta di casa.

    Report

    Rispondi

  • fraferra

    24 Aprile 2014 - 23:11

    Una multa di 500 Euro non serve a nulla per questi senza tetto senza fissa dimora, non li pagheranno mai, lavoro sprecato,,,, servono bei manganelli e legnate e se si presentano al pronto soccorso altre legnate,,,,,,

    Report

    Rispondi

  • sojuz27

    24 Aprile 2014 - 22:10

    Tanta ignoranza e chi commenta difende tosi ricordando le altre cose che ha fatto, sviando da reale oggetto della discussione. Questo provvidimento è semplicemente ingiustificabile, è fascismo bello e buono. Se la società non vuole gente per strada senza un lavoro, allora dovrebbe fare qualcosa per queste persone in difficoltà e aiutarle a tornare alla normalità. NESSUNO sceglie di essere povero.

    Report

    Rispondi

  • fraferra

    24 Aprile 2014 - 22:10

    Tosi ha ragione!! Aiutarli certo, ma con i dovuti modi!! Io abito in una semi-periferia vicentina (no Verona), dove ci sono dei lunghi portici - Se in questi portici cominciano a sistemarsi persone con materassi, tavolini, coperte, ecc,,, mangiano e dormono lì, orinano sui muri, vanno a defecare nei giardinetti, per noi abitanti può andare bene???? Ci vogliono delle regole!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog