Cerca

A In Mezz'Ora

Renzi dalla Annunziata: "Discutiamo con Berlusconi sulle riforme"

Renzi dalla Annunziata: "Discutiamo con Berlusconi sulle riforme"

Matteo Renzi arriva da Lucia Annunziata ancora con il suo abito total-black indossato questa mattina durante la cerimonia di canonizzazione di Papa Roncalli e di Giovanni Paolo II. Dopo la passerella in Vaticano, il premier è ospite a In Mezz'Ora. Sul tavolo della discussione (per certi versi accesa) con l'Annunziata c'è il suo rapporto con Berlusconi e la strada per le riforme del titolo V della Costituzione e del Senato. Renzi, prima di entrare nel merito dei rapporti politici col Cav, spara qualche frecciatina velenosa contro Silvio: "La frase di Berlusconi sui lager è sbagliata e inaccettabile, come vergognoso è stato Grillo. Sono due facce della stessa medaglia. Non interessati alla frase in sé ma alla ripercussione che quella frase ha". Poi aggiusta il tiro e spara ancora cercando di accomunare Grillo e e l'ex premier come due leader che di fatto camminano su un binario comune: "L'elettorato di Berlusconi è limitrofo a quello di Grillo, sono due facce della stessa medaglia. La vicenda degli 80 euro hanno cercato di nasconderla, da professionisti della comunicazione quali sono".

Si piega al Cav - A questo punto però parla delle riforme istituzionali. E a quanto pare Renzi fa retromarcia su tutta la linea e ed è pronto ad accettare le richieste di Berlusconi su Italicum e Senato: "A fronte di riscrittura totale dello stato troveremo una soluzione sul problema dell'elegibilità del nuovo Senato. Oggi i consigli regionali individuano il loro rappresentante da inviare a Palazzo Madama. A me questo basta". E ancora: "Sulla legge elettorale il discorso è ancora aperto. Si può discutere se la soglia del 37% sia da cambiare".

Scontro con l'Annunziata - Poi arriva l'immancabile spot sugli 80 euro del taglio irpef: "Per la prima volta restituiremo dei soldi alle famiglie. Qualcuno però vuole nascondere questa verità". L'Annunziata lo gela: "Le coperture però non ci sono". E lui ribatte: "Penso che ci siano. I conti sono giusti". La discussione accesa con l'Annunziata si chiude però con una nota polemica della conduttrice: "Presidente lei non corre più come prima, noto che ha messo su un pò di pancia". Renzi rimane interdetto, poi ricorda che ci sono le videocamere e si lascia andare ad un forzatissimo sorriso. Che lui non facesse simpatia all'Annunziata è storia nota. Ora c'è un'altra conferma...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni modena

    28 Aprile 2014 - 10:10

    caro Renzi ma tu non sei stato un professionista della comunicazione ?? con quegli 80 euro non ancora arrivati ... hai rotto le palle e oltretutto forse dai a qualcuno e dico forse , mentre sicuramente togli ad altri . nascpnditi e smettila di fare spot elettorli

    Report

    Rispondi

  • arwen

    28 Aprile 2014 - 09:09

    Nn all'ex Cav., Renzi si piega all'opposizione interna. In fondo, a lui nn importa che le riforme vengano veramente fatte. E' più importante che l'elettorato percepisca che lui le vuole fare poi vada come vada. Aveva ragione Barca in quella telefonata farlocca, questo governo è nato sotto il segno dell'avventurismo. Renzi ha detto, promesso, rinnegato le promesse e cambiato idea già 100 volte.

    Report

    Rispondi

  • gutansaga

    28 Aprile 2014 - 05:05

    Basta immigrati! Svegliamoci tutti. I disoccupati italiani devono reclamare il lavoro occupato dagli stranieri, il LORO lavoro

    Report

    Rispondi

  • Imbriani

    27 Aprile 2014 - 20:08

    Mi domando spesso, sentendo le cronache sportive di calcio, leggendo questo ed altri articoli : - Un giornalista non dovrebbe essere al di la delle parti, delle squadre, degli interpreti? -

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog