Cerca

Slogan contro il premier

Monti, contestato a Torino

Il presidente del consiglio dimissionario all'inaugurazione della stazione di Porta Susa: contro di lui operai, tassisti e no Tav

Monti, contestato a Torino

L'inaugurazione della nuova stazione di Porta Susa a Torino si è trasformata in un momento di grande tensione politica. Il presidente del consiglio dimissionario, Mario Monti, è stato contestato da una cinquantina di No Tav che hanno tentato di sfondare il cordone di protezione. La polizia ha regito immediatamente e hanno effettuato delle cariche di alleggerimento mettendo in fuga i manifestanti. Un manifestante è stato fermato e un altro è stato soccorso e medicato in seguito alle cariche. Proteste anche da parte dei tassisti e degli operai della De Tommaso che hanno intonato molti slogan contro il premier e le misure fiscale adottate dal suo governo.  

"Quest’opera è l’immagine concreta di un Paese che avanza, che è aperto, dinamico e coraggioso". Così il premier, Mario Monti, nel suo intervento alla inaugurazione della nuova stazione.  E’ l'immagine di un Paese, ha detto ancora, "che sa rinnovarsi e non ha paura del nuovo"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Obiettore

    Obiettore

    14 Gennaio 2013 - 15:03

    Strano mancassero alla protesta gays e lesbo, non perdono mai l'occasione per farsi notare.

    Report

    Rispondi

  • encol

    14 Gennaio 2013 - 15:03

    non dovete fare altro che votare PD. Il Bersanov non ha scelta o con Monti o a casa. Secondo me meglio a casa entrambe.

    Report

    Rispondi

blog