Cerca

Il caso

Mediaset, tribunale di sorveglianza valuta frasi di Berlusconi a La7

Mediaset, tribunale di sorveglianza valuta frasi di Berlusconi a La7

"Le frasi di Silvio Berlusconi sul suo affidamento in prova ai servizi sociali, pronunciate ieri nell’intervista andata in onda su La7 nel programma
Piazzapulita, sono al vaglio del Tribunale di Sorveglianza di Milano che lo scorso 15 aprile gli ha concesso la misura alternativa alla detenzione domiciliare". Le toghe mettono ancora nel Berlusconi. I suoi attacchi alla magistratura non sono piaciuti al tribunale di sorveglianza che ora è pronto ad analizzare le parole del Cav e nel caso fosse necessario a prendere provvedimenti. Quando circa 10 giorni fa i magistrati avevano deciso di affidare il Cav ai servizi sociali avevano comunque avvisato l'ex premier che nel caso in cui avesse attaccato ancora la magistratura la decisione sulla sua pena avrebbe subito alcune modifiche. Traduzione: il Cav rischia i domiciliari. Secondo punto: Berlusconi ha chiesto ai giudici "maggior libertà di movimento" per poter partecipare alle ultime fasi della campagna elettorale per le europee. Difficile che il Tribunale gliela conceda. In dubbio, quindi, anche la partecipazione dell'ex premier alla grande manifestazione di piazza di domenica a Bari organizzata da Raffaele Fitto, capolista al Sud di Forza Italia per l'Europarlamento.

La frase incriminata - A Formigli il Cav aveva detto: "È ridicolo pensare che si possa rieducarmi consegnandomi a dei servizi sociali e a
dei colloqui quindicinali con assistenti sociali". Una frase che a quanto pare ha fatto infuriare i magistrati. Il Cav ha poi aggiunto: "E’ una sentenza non solo mostruosa, ma anche ridicola, vedrà come tutto questo” fra non molto “verrà a galla”. “Sono assolutamente sereno – ha proseguito il leader di Forza Italia – perché sono sicuro che questa condanna sarà un boomerang per chi l’ha voluta”. Chi è stato condannato e rivendica la propria innocenza ora non ha più diritto di parola. Altrimenti rischia di finire dentro...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maxgarbo

    30 Aprile 2014 - 11:11

    Perchè non valutano gli insulti 360° di Grillo? Con lui i nostri magistrati sono sordi e ciechi?

    Report

    Rispondi

  • criticone

    30 Aprile 2014 - 11:11

    dovrebbero punire anche chi fa uscire i carcerati in permesso che fuggono.dovrebbero punire anche chi non trascrive in tempo le sentenze.dovrebbero punire chi si serve della toga per far politica

    Report

    Rispondi

  • marcello.favale

    30 Aprile 2014 - 10:10

    Berlusca ha un grave difetto: si ritiene onnipotente. Possibile che Coppi e Ghedini non gli dicano che i servizi sociali possono essere trasformati in arresti domiciliari in un attimo?

    Report

    Rispondi

  • Milko62

    30 Aprile 2014 - 08:08

    Se fossimo un Paese emancipato, cioè normale, sarebbe già in galera da mo', insieme ai complici che lo spalléggiano e difèndono: ossìa questa redazione e quella del suo quotidiano. Voi non fate opinione, propagate la sua opinione di parte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog