Cerca

Casini

Ama il quoziente familiare: una sfilza di "figli di..." nelle liste Udc

Pier Ferdinando e il suo partito da sempre in lotta per la famiglia. Anche quando si tratta dei candidati...

Pier Ferdinando Casini

Pier Ferdinando Casini

Altro che Fini, ormai soggiogato dai Tulliani. Il suo alleato Pier Ferdinando Casini, in fatto, di famiglia, non è da menop. Ecco la parentopoli  di Casini: cognata, genero e figli di...Pierferdinando tiene famiglia e anche lui cede alla cognatite. E mentre lui pensa alla famiglia l'Udc continua a perdere terreno nei sondaggi: secondo le ultime rilevazioni infatti il partito ha perso un altro punto percentuale fermandosi al 3,4%. 

Parenti stretti  non è passata inosservata la  candidatura di Silvia Noè in Emilia Romagna, moglie di Federico, fratello minore di Pierferdy. Su di leri il leader dell'Udc non ha alcun dubbio, la sua intenzione è quella di blindarla come numero due alla Camera in Emilia Romagna. Intervistato da Lucia Annunziata nella trasmissione "In mezz'ora", domenica 13 gennaio, Casini ha sottolineato il merito della Noé evidenziando che la capogruppo dell'Udc in Regione è tra le più votate, ed è un'mprenditrice stimata. Dopo la cognata, il genero. Dall'Emilia Romagna al Friuli. Qui c'è Fabrizio Anzolini vicepresidente friulano del partito ma soprattutto genero di Casini in quanto fidanzato di Carolina, nata dal primo matrimonio di Pierferdy con Roberta Lubich. Sempre dalla Annunziata Casini aveva precisato che "i ragazzi del mio partito lo volevano in Parlamento ma prenderemo un posto, per cui a  meno di una campagna elettorale incredibile non ce la farà". Insomma, il ragazzo deve farsi le ossa. 

Conoscenti e affini Ma a parte i parenti più stretti, Casini tiene conto del quoziente famigliare anche per quanto riguarda i figli di...i conoscenti, gli amici, ect. Ha candidato Giuseppe Delfino, detto Beppe, figlio di Teresio sottosegrertario sia con D'Alema che con Silvio Berlusconi, Delfino viceresposnabile nazionale del tesseramento e commissario nazionale dei giovani Udc ha un fattore in più: è sposato con la portavoce di Casini. Tra i figli di c'è anche Giampiero Zinzi, figli di Domenico, ex presidente del consiglio regionale della Campania e presidente della provincia di Caserta.  In lista anche il nipote di De Mita, Giuseppe De Mita oggi assessore al Turismo in Campania. Poi c'è il figlio di Angelo Cera, Napoleone: suo padre non puiò essere candidato in quanto sindaco di un pase nel foggiano, così Pier Ferdinando ha puntato su Napoleone. La lista è lunga perché scorrendola si incappa in Aldo Forte che è figlio di Michele Forte, sindaco di Formia, e assessore alle Politiche sociali. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zolca03

    17 Gennaio 2013 - 18:06

    Cosa ci si poteva aspettare dal GHINO DI TACCO democristiano. Per poter controllare il suo mini partito e barattarlo sul mercato della politica italiana in cambio di potere Casini deve essere certo della obbedienza assoluta dei suoi parlamentari e perciò deve trovarli tra i suoi parenti più stretti.

    Report

    Rispondi

  • dionisio.attanasio

    16 Gennaio 2013 - 09:09

    On Casini non bastano i parente che ha candato, vada alla ricerca di altri, giri l'italia e vedrà che troverà altri parenti, cosi li può candidare.

    Report

    Rispondi

  • fabiou

    16 Gennaio 2013 - 00:12

    casini è il genero di calatgirone che ha avuto il regalo di monti di non pagare l IMU per i suoi nuovi palazzi ancora invenduti

    Report

    Rispondi

  • afadri

    16 Gennaio 2013 - 00:12

    Alcuni lo definiscono Pierfurby...io lo definirei Pierstronzi. Basta osservarlo nei comportamenti e l'espressione facciale quando parla.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog