Cerca

Dal Libano

Marcello Dell'Utri: "Sono un prigioniero politico"

Marcello Dell'Utri

Dalla clinica di Beirut, Libano, in cui è ricoverato, Marcello Dall'Utri afferma di essere un "prigioniero politico". E in caso di estradizione, prosegue, vuole "essere affidato ai servizi sociali". E' quanto ha affermato a un cronista di Repubblica che ha raggiunto l'ex senatore del Pdl. "Sono un prigioniero politico - spiega Dell'Utri - perché quella di venerdì è stata una sentanza politica (la conferma della condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, ndr) -: una sentenza già scritta di un processo che mi ha perseguitato per oltre 20 anni soltanto perché ho fatto assumere Vittorio Mangano come stalliere nella villa di Arcore del presidente Silvio Berlusconi. Una persona per me davvero speciale anche se aveva dei precedenti penali: per me Mangano era un amico e basta". Dell'Utri prosegue: "Sono venuto qui senza nascondermi, e da quando sono a Beirut ho sempre usato il mio cellulare, che probabilmente poteva essere intercettato. Io sono partito con il mio nome e cognome, non ho usato altri mezzi". E ancora: "Io sono qui in ospedale e posso assicurare che, come si dice a Palermo, meglio il carcere che una brutta malattia, e se sarò estradato in Italia - afferma - vorrei fare quello che fa il presidente Berlusconi: essere affidato ai servizi sociali. Ma io sono condannato per mafia e non posso assistere gli anziani come sta facendo lui. Posso solo assistere, se me lo permetteranno, i carcerati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    16 Maggio 2014 - 19:07

    intanto vieni estradato :)

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    12 Maggio 2014 - 14:02

    CONCORSO ESTERNO,si insomma,è come la condanna inflitta a Silvio i cui testimoni principali sono CAIO,TIZIO,SEMPRONIO!E' facile prendere per il culo gli anti/berluscones,che diamine!HA!HA!HAHAHA!HAHA!E intanto con le varie inchieste che regolarmente la magistratura propone prima di ogni mandata elettorale Renzi svincola e nasconde le famose riforme mensili.Coglioni!

    Report

    Rispondi

  • alessandro.spediacci

    12 Maggio 2014 - 11:11

    Se torna in Italia di cose da raccontare ne avrà sicuramente. Berlusconi non poteva "scappare" la sua famiglia,i figli hanno troppo da perdere e non sarebbe giusto per Mediaset,però ha provveduto a far espatriare il suo delfino in uno stato (il Libano) dove non esiste il reato di ass.mafiosa e vista la lentezza della nostra magistratura sui documenti per l'estradizione non lo vedremo più.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    12 Maggio 2014 - 02:02

    Torna Marcello, raccontaci di questa tua idea del prigioniero politico e dei servizi sociali...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog