Cerca

La strategia pentastellata

M5s, ipotesi Di Maio candidato premier

M5s, ipotesi Di Maio candidato premier

Dopo la sfida per le europee, l'M5s di Beppe Grillo deve fare i conti con le gerarchie interne del Movimento. E così con l'ipotesi del voto anticipato, la base grillina comincia a chiedere notizie su chi possa essere il candidato premier pentastellato se si dovesse andare al voto già in autunno o nel 2015. I volti noti dell'M5s sono tanti ma per la candidatura a premier il derby è tra Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e Alessandro Di Battista. Di Maio pare in pole position. Un retroscena di Repubblica infatti indica il suo nome per palazzo Chigi tra le fila grilline. Un'ipotesi che comunque nei giorni scorsi era già arrivata alle orecchie di Grillo che si era trincerato dietro un commento cauto: "Sceglieremo il candidato come abbiamo sempre fatto con la rete.

Sceglie la rete dei cittadini - Ma Di Maio di certo sta facendo bene". Insomma il vice-Boldrini piace ai vertici del Movimento Cinque Stelle. E lui, Di Maio, prova a smarcarsi anche se da tempo sogna l'investitura a candidato premier: ''Se vinciamo le elezioni il M5S mi indica come premier? E' una velina che mi sento di non confermare. Le prossime nomine per il governo le faremo con la solita consultazione tra i cittadini, nulla e' scontato - aggiunge - quello che e' certo e' che dopo un anno in Parlamento siamo pronti per il governo, per provare a cambiare le cose con le mani libere''.Insomma Di Maio prova a nascondersi, ma ormai l'M5s studia già la squadra di governo. E Casaleggio dall'Annunziata è stato chiaro: "E' quasi pronta...". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • veneziano49

    20 Maggio 2014 - 00:12

    richiameremo a furor di popolo il Berlusca....vedrete come andremo con questi giovinastri che ci mangeranno pure le fondamenta.....e allora non rimmarrà che richiamare il Silvio ....

    Report

    Rispondi

  • argo92

    19 Maggio 2014 - 23:11

    che bella coppia ci mancavano adesso siamo a posto povera ITALIA

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    19 Maggio 2014 - 17:05

    i voti tramite rete non mi convincono: chi controlla? E poi non sono voti segreti, quindi i due capi controllano. No, non mi piace.

    Report

    Rispondi

  • marco53

    19 Maggio 2014 - 15:03

    Grillo e la rete. Vuole fare tutto con e attraverso la rete. Anche l'eventuale premier sarebbe scelto tramite la rete. Già, ma i candidati li impone lui, quindi la rete li vota o no, quindi il suo candidato, magari unico, vince anche con solo10 voti, perchè non ci sono alternative. La rete serve solo per farci cadere gli stupidi che credono in lui e nelle sue balle. Poveri cretini d'italiani!

    Report

    Rispondi

    • grvarenne75

      19 Maggio 2014 - 17:05

      sarebbero 10 voti di libertà.....per curiosità tu chi hai proposto come premier?....ah già tu non hai voce in capitolo! il tuo partito lo cala dall'alto

      Report

      Rispondi

blog