Cerca

Complotti & complotti

Governo, Nencini: "Italicum fatto per far fuori Grillo, se alle Europee M5S vince la legge elettorale cade"

Governo, Nencini: "Italicum fatto per far fuori Grillo, se alle Europee M5S vince la legge elettorale cade"

Due indizi fanno una prova: l'Italicum è nato per far fuori Grillo. E se a dirlo sono due esponenti del governo, ci sarebbe sufficiente materiale per sostenere la tesi del "complotto". Dopo Mario Mauro dei Popolari per l'Italia, anche il sottosegretario alle Infrastrutture Riccardo Nencini, socialista, ha svelato gli altarini della legge elettorale: "L'Italicum era stato concepito per mettere fuori gioco Grillo e per ridurre a due, centrodestra contro centrosinistra, un ragionamento che fosse all'interno di una cornice europea, con una proposta di legge che però era troppo debole per raggiungere questo obiettivo - ha spiegato Nencini ad Agorà, su Raitre -. Se Grillo diventa il secondo partito alle europee - ha concluso - l'Italicum cade". 

Se Grillo fa boom... - Un messaggio spedito a Palazzo Chigi nel momento più difficile per il premier Matteo Renzi, alle prese con una vera e propria sindrome da sorpasso. Secondo gli ultimi sondaggi che girano nelle sedi di partito, infatti, a una settimana scarsa dalle elezioni europee il Movimento 5 Stelle potrebbe superare il Pd oltre la fatidica quota del 30%, spinto da astensionismo e disaffezione per la politica. In ogni caso, appare sempre più probabile che Forza Italia resti al palo, retrocedendo a terzo partito. Se così sarà, a giugno cambierebbero inevitabilmente anche le carte in tavola della legge elettorale. L'Italicum è fermo alla Camera, approvato in prima lettura grazie ai voti degli uomini di Berlusconi e in attesa che al Senato passi il testo sulla riforma di Palazzo Madama. Tempi molto lunghi, che di per sé congelano la stessa legge elettorale. Che a quel punto sarebbe a forte rischio ribaltone, per due motivi: sarebbe molto difficile, per Renzi, ignorare nel dibattito sulle riforme la posizione di quello che, ancora una volta, gli elettori hanno incoronato essere tra i principali, se non il principale partito italiano. Secondo punto: altrettanto difficilmente Silvio Berlusconi incasserebbe un flop elettorale senza batter ciglio, mettendo cioè in discussione l'intesa con il Pd sulle riforme.

Il bivio di Renzi - A quel punto il premier avrebbe due opzioni: o mandare all'aria il patto del Nazareno, tentando un'ardita e forse controproducente intesa con i grillini (o parte di essi). Oppure buttarsi nella prova di forza, accelerando i tempi e tornare alle urne, magari già il prossimo autunno. A quel punto, con le riforme lasciate a metà, si andrebbe a votare alla Camera con l'Italicum e al Senato con quella sorta di Mattarellum uscito dalla bocciatura della Consulta sul Porcellum. Un caos, in ogni senso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    20 Maggio 2014 - 09:09

    E' incredibile la pervicacia di alcuni che nn perdono l'occasione per insultare l'ex cav.. Svegliatevi! B. è finito, l'avventura di FI è finita, qui sta succedendo qualcosa di diverso e mentre voi ancora vagheggiate dell'antiberlusconismo ci sono tizi come il Pinocchietto che, a forza di chiacchiere, ce lo mette sotto la coda. Il bla bla di Renzi è insoppotabile, un'offesa x l'intelligena umana!

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    19 Maggio 2014 - 22:10

    Visto e considerato che in questa situazione di "merda generale" ci hanno portato il PD, FI, NCD, SEL, e tutti gli altri stronzi di partiti ritengo che legalmente i "scoglionati" reagiscano votando la contestazione e ritengo che sia l'ultima speranza prima di una vera rivoluzione interna peggio dell'Ucraina.

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    19 Maggio 2014 - 20:08

    PINO&PINO,per te non è una questione di truffatori,tu sei malato dentro Pinuccio,basta leggere il tuo postato.Bisogna fare fuori Silvio e teniamoci Grillo,tanto per te il risultato non cambia...coglione,se fai fuori Grillo che è più giovane ti risparmi una ventina di anni di truffe,Silvio è vecchio,non durerà molto ancora!Lo vedi che sei malato e coglione?

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    19 Maggio 2014 - 19:07

    Facciamo fuori Berlusconi al posto di Grillo. Il risultato non cambia, c'è sempre un truffatore in meno.

    Report

    Rispondi

    • abbe81

      19 Maggio 2014 - 19:07

      I tuoi invece sono bravi??

      Report

      Rispondi

blog