Cerca

L'analisi

Amadori, Coesis Research: "Ecco cosa può succedere nei sondaggi dopo Grillo da Vespa"

Amadori, Coesis Research: "Ecco cosa può succedere nei sondaggi dopo Grillo da Vespa"

Dopo l'intervista, i dati dello share e le analisi arriva puntuale il parere dei sondaggisti. Le elezioni le decidono i numeri e le rilevazioni in questi giorni caldi di campagna elettorale hanno il loro peso. L'intervista di Grillo da Vespa di certo rischia di spostare gli equilibri del voto. In tanti si chiedono quanto lo show a Porta a Porta possa cambiare gli scenari. A parlarne è il sondaggista Antonio Amadori dell'istituto Coesis Research: "Non ha perso voti, quello no, ma non ne ha guadagnato nemmeno uno. Non ha impresso quell'accelerazione di sfondamento che ci aspettava. Ha fallito la missione di sfondare al centro e di conquistare voti moderati".

L'analisi - Insomma secondo gli esperti del sentiment elettorale, lo show da Vespa non avrebbe spostato voti. Amadori poi sottolinea:"Bruno Vespa è sicuramente un personaggione e ha saputo in qualche modo disinnescare Grillo. Il leader del M5S è partito rassicurante e diverso rispetto al solito, ma poi è tornato ad essere un uomo di rabbia e soprattutto senza alcuna soluzione concreta per i problemi degli italiani. E' mancato il pragmatismo. Ha mantenuto il suo livello di voti ma non ne ha guadagnati. In definitiva non è riuscito a conquistare il blocco sociale dei moderati che è il pubblico di Vespa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • BRUXANGELO

    21 Maggio 2014 - 13:01

    grillo un Miliardario , ladro e omicida é un opportunista che sta cavalcando e speculando sulla miseria e la sofferenza degli italian , manipolnandoli !!!!!!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    20 Maggio 2014 - 22:10

    con Berlusconi padrone di TV, si é lasciato credere che lo share sia indicativo. Di che ? Non lo si precisa perché non lo si conosce. La curiosità per Grillo nella stanza dei bottoni dell'opinione pubblica vecchia e ormai inutile é stata forte. Ma da lì a credere che ci sia un risultato elettorale pari allo share, ci corre molto.

    Report

    Rispondi

  • jerryfd1

    20 Maggio 2014 - 19:07

    La posizione di Grillo è propositiva. La situazione di stallo per l'Italia è stata creata dai governi dal 2000 i quali hanno di fatto bloccato con gli accordi firmati la politica monetaria, di cambio ed anche fiscale (infatti il debito ed il deficit impediscono ulteriori azioni di politica espansiva). Non resta che minacciare di rompere l'euro per tentare un allentamento. Solo questo.

    Report

    Rispondi

  • MOSTRAZZI

    20 Maggio 2014 - 19:07

    Con tutto quello che abbiamo dovuto vedere anche nelle ultime settimane (Expò, Scaiola, Greganti, Genovese ecc.), non riesco a capire: a)-come mai ci siano ancora italiani che vanno a votare, e proprio per le elezioni più fesse dell creato; b)-perché, se proprio volessero andare a votare, perché non dovrebbero intonare una megapernacchia universale o premiare Grillo per le sue barzellette.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog