Cerca

Un voto decisivo

Forza Italia, Silvio Berlusconi teme la rivolta nel partito

Silvio Berlusconi visto da Benny

Un giorno cruciale, per Silvio Berlusconi: queste elezioni Europee, per lui, sono forse le più importanti di sempre. In ballo c'è tanto, quasi tutto, a partire dal futuro di Forza Italia. Rinchiuso ad Arcore, il Cavaliere guarda in alto: "Prego". L'ex premier attende con ansia i risultati. Se fossero negativi, molto negativi, dunque inferiori (e magari non di poco) al 20% nel partito potrebbe scattare la rivolta dei colonnelli, dei big di vecchia data, contrari alla nuova gestione, ai Toti e alle Marie Rosarie Rossi. Primo dei riottosi, Raffaele Fico, curiosamente capolista proprio come il suo primo "rivale", Giovanni Toti.

Le speranze - Berlusconi però spera che Forza Italia a queste elezioni tenga: 20% dunque, magari qualcosa in più, come se l'addio di Angelino Alfano non ci fosse stato. Se fosse forte di queste cifre, il Cav sarebbe pronto a rimettere insieme la coalizione, da Nuovo Centrodestra alla Lega Nord. "Spero e prego", ripete Silvio. Già, perché queste Europee daranno un verdetto non solo su Forza Italia, ma anche su chi si oppone a Matteo Renzi: si capirà se azzurri, Lega, Ncd e Fdi-An potrebbero competere con la sinistra e i grillini.

Le condizioni - In ballo, insomma, c'è anche la sopravvivenza del fronte dei moderati. Servono i numeri, così come serve la voglia di allearsi tra i partiti, e di superare gli attriti personali (si pensi a quelli tra Berlusconi ed Alfano). C'è poi un terzo fattore necessario per ricompattare il fronte: il sistema elettorale, che deve rendere convenietnte l'alleanza. L'Italicum andrebbe bene: il premio di maggioranza alla coalizione che supera il 37% ben si sposerebbe con una eventuale e futuribile alleanza. Ma l'Italicum, ad oggi, è soltanto un progetto, un'idea. Se si votasse ora, l'Italia andrebbe alle urne con il "Consultellum"...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pino&pino

    26 Maggio 2014 - 18:06

    Ok Silvio preghi, ma chi?

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    26 Maggio 2014 - 13:01

    La proposta liberale è ormai desueta e peraltro in questo momento viene incontrata da un competitore giovane come Renzi e dunque erano risultati attesi. A questo il Cavaliere ha tentato di apporre un incentivo all'isteria canara che già in Italia è una malattia sociale e le dentiere... Poi l'euro... prima "basta euro" e poi euro sì ma... Silvio preparati meglio per il prossimo voto!

    Report

    Rispondi

  • toni resetti

    26 Maggio 2014 - 12:12

    Visto che ormai S.B. per questioni anagrafiche e/o varie può fare il Padre Fondatore (con molto prestigio interno al partito e anche molto da dire e con molto potere) ma è così difficile fare 'ste capzio di pimarie nel Centrodestra???? Si trovi il Deus Ex MAchina e basta!!!! Nel PD ne hanno fatte 2 o 3 e alla fine hanno trovato l'assopigliatutto!!! Solo nel CDX non è possibile?

    Report

    Rispondi

    • feltroni ve le suona ancora

      26 Maggio 2014 - 15:03

      Deus ex machina nel partito di plastica? Da questo tragico e vuoto commento si evidenzia che non avete mai capito un caxxo del mosrto che avete portato al governo della fu Italia...

      Report

      Rispondi

  • oriana26

    25 Maggio 2014 - 16:04

    Silvio non teme proprio niente, con tutte le tegole che gli han fatto cadere sulla testa figuriamoci se teme ancora qualcosa, queste sono elezioni per mandar gente a Bruxelles, gente che vedremo poco e di cui ne sapremo ancora meno, il resto è tutta cagnara all'italiana, pretesto per insultare gli avversari.

    Report

    Rispondi

    • blu521

      25 Maggio 2014 - 17:05

      Quando si dice uno dalle idee chiare. Però le "tegole" non sono finite: appello processo ruby a Milano, escort-tarantini a Bari, de gregorio a Napoli. Qualche sorpresina a Palermo e altre piacevolezze. Per uno che si vantava di aver subito un numero imprecisato di processi e sempre assolto (leggi prescritto o indultato), direi che i conti cominciano a pareggiarsi

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog