Cerca

L'altro vincitore

Matteo Salvini: "Bisogna rifondare il centro-destra"

Matteo Salvini: "Bisogna rifondare il centro-destra"

Non solo Renzi. C’è un altro Matteo che può essere considerato vincitore di queste Europee. E’ Matteo Salvini, leader della Lega che è arrivata al 6,2% e torna sorprendente a crescere . A fare da traino sicuramente la battaglia contro l’euro, la stessa battaglia che ha portato al trionfo di Marine Le Pen in Francia “Renzi è un fuori quota, ha preso i voti sulle promesse, vedremo quante ne manterrà. Penso di essere una speranza per il centrodestra, vado a Bruxelles in buona compagnia”, ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini, ai microfoni di Sky Tg24.

Salvini chiede a Forza Italia di firmare i suoi referendum (sull’abolizione della legge Fornero sulle pensioni, sull’abolizione di quella Merlin che vieta la prostituzione, sull’abolizione delle prefetture, contro la legge Mancino sui reti d’opinione, e contro l’apertura dei concorsi pubblici agli immigrati). Insomma il leader della Lega ha lanciato una specie di Opa sul centro destra. “Non credo alle dinastie", aggiunge riferendosi ad un’eventuale leadership di Marina Berlusconi. E sui rapporti con Fi e Ncd spiega: “Chi sta con la Merkel non sta con la Lega”, che “dialogherà da oggi con Fratelli d’Italia. Se strizzano l’occhietto un giorno sì e un giorno no a Renzi - dice ancora riferendosi ai partiti di Silvio Berlusconi ed Angelino Alfano - non vanno da nessuna parte". "Ovunque in Europa si è affermato il centrodestra, tranne che in Italia. Il problema è che il centrodestra non c’è più: bisognerà reinventarlo", ha concluso.

"Se si votasse domani mattina, la Lega si presenterebbe da sola, perché non c’è margine di discussione con altri possibili alleati. Spero che la batosta serva. Nuovo centro destra, a parte il nome, di centrodestra non ha nulla. Alfano non lo vedo, non si vede neanche lui, se non allo specchio». Lo ha detto Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, riconfermato al Parlamento europeo nelle consultazioni di domenica scorsa, ospite a Agorà su
Raitre. "Il centrodestra che fa il centrodestra vince in tutta Europa.  Quello che invece non sa che cosa fare e che non ha coraggio, che tentenna, che un pò sostiene la sinistra, un pò appoggia il governo sulle riforme e un pò lo attacca, un pò insulta Grillo e un pò  difende l’euro e balbetta sull’immigrazione, quello perde e straperde.Noi abbiamo preso 300mila voti in più e siamo gli unici del centrodestra che guadagnano consenso», ha concluso Salvini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • boss1

    boss1

    27 Maggio 2014 - 16:04

    leggete su il Giornale di oggi Veneziani. quella è la strada da percorrere. comunque liberi di dissentire o aderire io al Veneziani pensiero aderisco.

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    27 Maggio 2014 - 15:03

    Lo statista con gli xenofobi neonazisti, mi sembra la giusta deriva per la casa dei moderati. Ahahahahah siete spettacolari...

    Report

    Rispondi

  • nick2

    27 Maggio 2014 - 14:02

    Salvini ha trasformato la Lega da partito federalista e in parte secessionista a partito satellite del Front National, di Marine Le Pen, nazionalista, ultraconservatore e fascista. Solo un coglione potrebbe votarlo. Ma Salvini ha fatto bene i suoi calcoli. In Italia i coglioni sono ben più del 6%...

    Report

    Rispondi

  • er sola

    27 Maggio 2014 - 13:01

    FI farebbe la cosa giusta. Oltre ai referendum devono imporre la cessazione dell'operazione Mare Nostrum ed obbligare l'europa di farsi carico del problema immigrazione. In Italia abbiamo troppi problemi che riguardano le nostre famiglie, basta con tutto questo buonismo sinistro verso gli immigrati. Poi urge un controllo sulle infiltrazioni dai paesi dell'est e ripristinare le frontiere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog