Cerca

Tv di Stato

Il piano di Renzi per prendersi la Rai

L'obiettivo della spending review a viale Mazzini: il commissariamento

Il piano di Renzi per prendersi la Rai

Non c'è sciopero che tenga. I dipendenti della Rai hanno proclamato l'astensione dal lavoro per il prossimo 11 giugno. Ma ieri il ministro per l'Economia Pier Carlo Padoan ha ribadito che la spending review di viale Mazzini non si fermerà. Oggetto del contendere sono i 150 milioni di euro di tagli che il decreto Irpef prevede di imporre alla televisione di Stato. Un piano fortemente osteggiato da tutti i sindacati, ma anche dalle opposizioni: dal Movimento 5 Stelle (che ha un suo uomo di punta, Roberto Fico, alla presidenza della Commissione di vigilanza Rai, a Forza Italia passando per Sel. A rischio ci sono soprattutto le sedi regionali. "La tv pubblica come altri enti è sottoposta alle richieste della spending review e queste implicano che ci debba essere uno sforzo di efficientamento" ha ribadito Padoan al Festival dell'economia in corso di svolgimento a Trento.

Un piano che porterà a tagli per tg e palinsesti e a una riduzione delle dirette. E c'è chi sospetta che dietro ai tagli Rai si celi una mossa di Renzi volta a condurre viale Mazzini sotto un controllo più stringente di Palazzo Chigi. Ad affacciare lo scenario è Luigi Bisignani in una intervista concessa a Il Giornale. Renzi ha già messo suoi fedelissimi ovunque ha potuto: a Firenze, che è un suo feudo nonostante lui non amministri più la città, ma soprattutto nei ruoli chiave del Partito democratico e di Palazzo Chigi, che sono stati letteralmente toscanizzati. E Bisignani è convinto che stia puntando a fare la stessa cosa con la televisione pubblica, che peraltro lo ha fin qui sostenuto in modo pressochè totale. "Anche con la Rai renzi sta facendo un lavoro di grande astuzia. Renzi è l'unico che è riuscito a ricompattare tutti, sindacati e dirigenti, contro il taglio dei 150 milioni di euro alla Rai. Ma perché? Perché così li porterà all'esasperazione per poi arrivare alla rottura e mettere un commissario". Via gli altri e dentro i suoi uomini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mauriziobenito

    01 Giugno 2014 - 15:03

    SE LA CHIUDESSERO DEL TUTTO SAREBBE UN SOGNO, SPRECANO DENARO PUBBLICO DA SEMPRE E NATURALMENTE I SINDACATI SI IMBESTIALISCONO, SONO COME GLI SQUALI DOVE CI SONO SOLDI LORO FANNO CASINO.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    01 Giugno 2014 - 15:03

    certo che ha dell'incredibile per tagliare qualcosa alla rai ci voleva uno di sinistra. Andate a lavorare

    Report

    Rispondi

  • geompiniliberoi

    01 Giugno 2014 - 15:03

    pinocchio vuol mettere i suoi, altri prepensionamenti , lauti, e altre spese per noi. Ricordategli che non ha vinto come crede, 11milioni non sono la maggioranza proprio no,

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    01 Giugno 2014 - 13:01

    disservizio e in culo alla gente che li paga, eh? impiegati statali, il peggio dell'umanita'. ingordi e se ne fregano se gli altri per colpa loro sono affamati e non trovano lavoro perche' questi maiali si sono mangiato tutti i soldi dei debiti.

    Report

    Rispondi

blog