Cerca

Il pranzo alla nuova sede del club

Berlusconi e Salvini a Casa Milan: “In futuro meno stranieri in campo”. Poi la politica: "Si a coalizione"

Berlusconi e Salvini a Casa Milan: “In futuro meno stranieri in campo”. Poi la politica: "Si a coalizione"

Red carpet per Salvini a Casa Milan, dove oggi il segretario della Lega ha fatto la sua prima visita nella nuova sede delle glorie del club rossonero. Ad accoglierlo Barbara e un sorridente Silvio Berlusconi. Tanti i temi affrontati dai due, dalla politica alla passione per il Milan, di cui il segretario della Lega è un fan sfegatato e abituale frequentatore della curva. Ma il lato sportivo, ha spesso fatto spazio a quello politico durante la visita. L'intento del Cavaliere era infatti quello di tastare il terreno per un patto in vista delle prossime elezioni, dopo il boom alle europee del partito padano. Di tutto questo se né parlato sulla terrazza del terzo piano di ’Casa Milan’ dove Berlusconi ha pranzato con il Segretario della Lega e i suoi fedelissimi, tra cui Giovanni Toti, Maria Stella Gelmini, Fedele Confalonieri e altri 18 ospiti. 

Spazio anche al calcio. "Ho chiesto un Milan sempre più italiano e più giovane, questo potrebbe essere un punto di incontro tra Lega e Centrodestra", ha detto con tono scherzoso Salvini. Al che Berlusconi ha risposto: "Si può fare".  Infine conclude: "C’erano tutte le coppe del campioni vinte dal Milan, sono andato lì proprio per quello: ero contentissimo. Berlusconi mi ha tenuto al suo fianco tutto il tempo, è stato carinissimo con me. Era solo un pò seccato per un sondaggio che dava la sua popolarità in discesa". "Finita la partita dei ballottaggi per le amministrative, ci rivedremo per vedere se ricostruire l'alleanza".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    07 Giugno 2014 - 09:09

    Silvio sara' al servizio della Lega... Salvatevi da Salvini

    Report

    Rispondi

blog