Cerca

Riscatto azzurro

Brunetta: i quattro punti per la rinascita di Forza Italia

Il Mattinale: stati generali del partito e primarie di coalizione alle regionali della Calabria

Brunetta: i quattro punti per la rinascita di Forza Italia

Il partito è una polveriera, con la contrapposizione frontale tra Berlusconi e il cosiddetto "cerchio magico" da una parte e Raffaele Fitto e i suoi seguaci dall'altra. Situazione frutto del cattivo risultato alle ultime elezioni europee, che ha acceso le braci che covavano da quando Angelino Alfano ha fatto fagotto e portato un pezzo dell'allora Pdl in Ncd. Tema del contendere è la successione al Cavaliere, con i "fittiani" che spingono verso le primarie immediate per la scelta del leader del futuro centrodestra e i fedelissimi del leader di Forza Italia che ritengono il tema non all'ordine del giorno in questa fase della vita del partito. Ma primarie, in un futuro, pare ci saranno. Il consigliere politico Giovanni Toti ha aperto a una possibile leadership di Matteo Salvini alla testa della coalizione, con l'ipotesi di primarie nel 2016 per la scelta del candidato sindaco di Milano.

E oggi, attraverso il Mattinale, la nota politica del gruppo azzurro alla Camera, è arrivata pure la ricetta per l'uscita dalla crisi formulata dal capogruppo a Montecitorio Renato Brunetta. Per riportare la calma tra il "cerchio magico berlusconiano" e Raffaele Fitto , il Mattinale lancia gli "Stati generali" del partito e propone di sperimentare le primarie di coalizione alle prossime elezioni  regionali in Calabria. Il ’foglio azzurro redatto allo staff del gruppo alla Camera  guidato da Renato Brunetta, indica "un cammino preciso" in 4 punti:  1) Ballottaggio di domenica. Anche nel deserto, ma bisogna andare  controvento. 2) Stati generali dove ragionare e preparare contenuti e  programmi, nella certezza della leadership di Silvio Berlusconi, la  cui persona è il primo contenuto vitale della proposta. 3) La strada  della democrazia diretta, nel blocco cravattaro regimental della via  parlamentare, per dar voce al popolo coi Referendum. 4) Primarie di coalizione da sperimentarsi nelle prossime elezioni regionali in  Calabria.

La nota ribadisce la necessità di dedicarsi ora alle alleanze per la riunificazione del centrodestra, riconoscendo una sola  leadership, quella di Berlusconi. Infine, una stilettatta nei  confronti di Fabrizio Cicchitto, deputato di Ncd: "Anche Cicchitto ha parlato ieri di traversata nel deserto. Di sicuro, se Ncd se ne esce prima che lo caccino, la traversata viene meglio"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    11 Giugno 2014 - 11:11

    Quattro punti: punto e svirgola.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    11 Giugno 2014 - 11:11

    La leadership ad un condannato? La rinascita sta nel cambiamento lasciando tutto come prima..., Brunetta, che dice Brontolo?

    Report

    Rispondi

  • vency85

    10 Giugno 2014 - 18:06

    Sulla leadership di Berluscono, ha sicuramente ragione.

    Report

    Rispondi

  • fplato

    10 Giugno 2014 - 14:02

    Bravo Renato dopo 2 anni di politica fantasma. FI non deve essere un partito di ladri e i mali della giustizia non sono colpa solo dei giudici. L'Italia è attaccata e va difesa dalla UE, da Obama e dai troppi migranti. Le tasse sono l'eroina di uno stato tossicodipendente. La cura non è il tweet di Renzi ma IL FARE al posto di tutte le chiacchiere di una società civile che è peggio dei politici.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog