Cerca

Giri di poltrone

Matteo Renzi e l'ipotesi del rimpasto di governo

Matteo Renzi e l'ipotesi del rimpasto di governo

Siediti sulla riva del fiume e aspetta... Matteo Renzi ha deciso di ispirarsi al proverbio cinese per aspettare che i cadaveri dei suoi "nemici" gli passino scorrere travolti dall'ondata delle Europee stravinte dal premier. Con il consenso raccolto, racconta il retroscena di Francesco Verderami sul Corriere della Sera, il Presidente del consiglio si dice pronto: "a razionalizzare il quadro politico che le Europee hanno cambiato e semplificato". Tradotto dal politicamente corretto in vista c'è un bel rimpasto di governo, un po' di sedie in Consiglio dei ministri da liberare a favore di uomini e donne di prima scelta renziana e non messe là per esigenze di maggioranza.

La prospettiva - Lo scenario politico che ha in mente Matteo Renzi è un chiaro bipolarismo con centrosinistra da una parte e centrodestra dall'altra. Agli alleati potrebbe dirlo chiaro e tondo che devono stringersi un po' per dare spazio a nuovi rapporti di forza e alle "esigenze che avrei nel mio partito", riporta il Corsera. Ma Renzi per ora non muove un dito, aspetta che parte di Scelta civica si accordi con il Pd, lascia fare a Ncd quel che gli pare sulla ricostruzione del fronte moderato. Intanto lui lavora al Partito della nazione, il soggetto politico funzionale alla sua idea di bipolarismo classico con il centrosinistra contrapposto al centrodestra. Agli altri l'ossigeno che avanza, se avanza.

Alfano stai sereno - Renzi vuole arrivare al 2018 mantenendo l'alleato Angelino Alfano. Con l'Ncd il premier vuole muoversi: "con velocità e determinazione - ha detto lui stesso - potendo contare in Parlamento su una maggioranza solida e collaudata" che inverta quei numeri sull'occupazione che remano contro, visto che gli 80 euro sono elettoralmente esauriti. A sostegno di Renzi ci sono pezzi di Sel e degli ex Cinquestelle. Poco importa se aumenteranno i nemici a Sinistra: la vera ricostruzione del fronte dei moderati - o partito della nazione - è l'idea chiara del premier. Mantenere poi Silvio Berlusconi avversario di opposizione, ma alleato sulle Riforme (Senato, Italicum...) agevola la compattezza di un fronte unico con un solo uomo al comando: sempre Renzi.

O di qua o di là - Qualcuno nel Nuovo centrodestra si è accorto che se ci sono posti a rischio nel governo, quelli sono i loro. L'abbraccio del Pd con quei risultati elettorali imporrà con il tempo rapporti di forza che nella migliore delle ipotesi strozzerà gli alfaniani. Il coordinatore di Ncd Gaetano Quagliariello, racconta Verderami, si gioca la carta della provocazione e al Renzi dice che se vuole davvero recuperare il bipolarismo: "bisogna passare al semi-presidenzialismo" visto che l'Italicum, secondo il senatore: "può facilitare la nascita di un sistema bloccato e senza alternativa". L'ex ministro si chiede insomma se Renzi vuole davvero l'alternanza di governo o mantenere la situazione attuale con Berlusconi alla sua insindacabile opposizione. Suona di domanda retorica. La vera risposta, scrive Verderami, dovrebbe darla l'Ncd e chiarire una volta per tutte da che parte stare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlo pinna

    carlo pinna

    08 Giugno 2014 - 21:09

    Una sola cosa dovrebbe fare Renzi, Restituire il voto agli Italiani, Le sue chiacchiere rimangono tali. Non ti hanno votato gli Italiani. Fallo un rimpasto vero, Vattene a casa, tu i tuoi ministri, e chi ti ha messo la poltrona sotto il tuo culo rosso di comunista, lacchè di napolitano.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    08 Giugno 2014 - 14:02

    A muovere gli escrementi si fa solo puzza e basta.

    Report

    Rispondi

  • carlo pinna

    carlo pinna

    08 Giugno 2014 - 14:02

    80 euro a chi percepisce fino a 26000 all'anno...... ti sei comprato i voti per l'europee, te li hanno venduti le solite meretrici che ieri si sono venduti il voto per una casa popolare, o per un lavoro di M. E chi non ha più di 500 euro al mese con i quali deve vivere? Ma non fai un po schifo, come chi ti ha messo la poltrona che non poteva essere tua, sotto al tuo culo rosso di comunista ?

    Report

    Rispondi

  • encol

    08 Giugno 2014 - 08:08

    Costui e soprannominato "pinocchio" . In effetti del celebre burattino ha parecchie assonanze. La più nota le bugie che allungano il naso. Da questo punto di vista, ovvero come bugiardo, il paragone è perfetto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog