Cerca

Primo ballottaggio

Livorno, l'assalto storico al bastione rosso del movimento cinque stelle

Livorno, l'assalto storico al bastione rosso del movimento cinque stelle

Una clamorosa sorpresa a Livorno, la città in cui è nato il partito comunista, una roccaforte rossa inespugnabile ha eletto un sindaco grillino. É un risultato storico quello livornese, con Filippo Nogarin che diventa sindaco con il 53% delle preferenze contro il 46,9%% del democratico Marco Ruggeri, che al primo turno ha raccolto il 39.9% dei consensi, contro il grillino Filippo Nogarin, fermatosi al 19,01%, ma sempre meglio del frammentato centrodestra livornese. Già stentata l'affluenza al primo turno con il 69.82%, al secondo in tanti hanno scelto il mare andando a votare, alle 19, per il 34,92% degli aventi diritto. Con una trentina di sezioni spogliate, il grillino Nogarin è avanti rispetto al dem con una percentuale del 54,7 contro 45,3. 

La dichiarazione - Il Movimento 5 stelle ha inferto "un colpo al cuore al Pd. Dopo 68 anni si è preso il capoluogo, la città dove è nato il Pci perché il Pd non rappresentava più gli ideali della sinistra, oltre ad aver fatto un cattivo lavoro in questi anni". Così Filippo Nogarin, neo sindaco di Livorno, ha commentato a Sky il risultato del ballottaggio. "Restituiremo la città ai livornesi che meritano il meglio, ha aggiunto. "Mi sento sindaco della gente, spero di dare risposte a una cittadinanza che merita ben altro rispetto a quel che ha ricevuto in questi anni di governo del Pd. Siamo contenti di aver accolto la voglia di cambiamento che questa città ha manifestato con il voto di oggi. Saremo disposti a dialogare con tutte le forze politiche".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog