Cerca

La mossa

Corradino Mineo fuori dalla Commissione Affari Costituzionali

Corradino Mineo fuori dalla Commissione Affari Costituzionali

Chi non si allinea con il premier Matteo Renzi rischia la poltrona. Corradino Mineo non è più tra i membri Pd della commissione Affari costituzionali del Senato. Lo ha deciso a larga maggioranza l'ufficio di presidenza del gruppo, che ha indicato come membro permanente, secondo quanto si apprende, il capogruppo Luigi Zanda. Si è riunito questa sera l'ufficio di presidenza del gruppo Pd al Senato e ha sancito l'esclusione di Mineo dalla prima commissione. Secondo quanto viene spiegato da fonti del gruppo, Mineo non era un membro permanente della commissione, dal momento che aveva sostituito Marco Minniti, andato al governo. Gli altri due membri-sostituti erano Roberto Cociancich al posto di Luciano Pizzetti, anche lui entrato nel governo, e Luigi Migliavacca al posto di Vannino Chiti, che ha avuto un ruolo da presidente della commissione Politiche Ue. Insomma Mineo che aveva osato criticare le riforme istituzionali di Renzi (soprattutto quella del Senato) ha pagato a caro prezzo il suo "no" al premier. Al Nazareno tira aria di resa dei conti...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Peo

    13 Giugno 2014 - 16:04

    Giorgio3 non ha capito. Quella fra Renzi e Mineo è una lotta tra titani fra chi è più mediocre.

    Report

    Rispondi

  • lonato47

    12 Giugno 2014 - 15:03

    Bravo Renzi. Il posto per Mineo e' nella Commisione per le Riforme nella Corea del Nord. Si troverebbe benissimo.

    Report

    Rispondi

  • Massimo Simon

    12 Giugno 2014 - 14:02

    E' una persona di uno squallore impressionante, bravo Renzi non ci sono sconti per nessuno. E' superbo, arrogante, borioso e non sa di essere una nullità

    Report

    Rispondi

    • giorgio3

      13 Giugno 2014 - 00:12

      "...superbo, arrogante, borioso e non sa di essere una nullità"...stai parlando di Renzie?...Vero?

      Report

      Rispondi

  • acstar

    12 Giugno 2014 - 13:01

    Bravo Matteo : hai fatto benissimo! Troppi "salamotti" che si credono "senatori a vita" e credono ancora di poter vivere "sui meriti del passato", come qualche mese fa! E se ci sono problemi, andiamo alle elezioni: invece del 40% prenderai il 70%! Basta vecchia guardia !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog