Cerca

L'attacco

Riforme, la Boschi ai grillini: "L'immunità la volevate voi"

Riforme, la Boschi ai grillini: "L'immunità la volevate voi"

Ormai è guerra aperta. Sull'immunità parlamentare in vista della nuova riforma del Senato si apre uno scontro aspro tra i partiti. Ora il ministro Boschi va all'attacco e lo fa dalla Festa dell'Unità. La prima a finire nel mirino della Boschi è Anna Finocchiaro che aveva accusato il ministro di aver voluto fortemente l'immunità nel nuovo Senato. "Non ci sto al 'giochino dello scaricabarile'", continua a distanza. Ma la Boschi non ce l'ha solo con lei ma anche con i grillini che nel pomeriggio avevano precisato che i loro emendamenti non puntano all'immunità anzi "vogliono restringerla e ridurre i privilegi dei parlamentari".

L'accusa ai grillini - Ai pentastellati, dalla festa tutta democrat, vengono rivolti gli attacchi più duri: "Il Movimento 5 Stelle poteva svegliarsi anche prima con le sue proposte sulla legge elettorale e sulle riforme", incalza Boschi, "il dialogo con loro non può diventare il giochino per rallentare tutto". Dunque "non ci fermeremo a causa dell'immunità: troveremo una soluzione ragionevole in Parlamento e adesso se ne discuterà". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    25 Giugno 2014 - 12:12

    Povera verginella non ha capito che essere la pupilla di Renzi non significa essere coperta dal fuoco amico, specie se é più esperto ed intelligente di lei. Comunque siccome in Italia non si nega un vitalizio a nessuno ci troveremo madamigella Boschi imboscata fino alla pensione!!!

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    24 Giugno 2014 - 13:01

    Per quanto riguarda questa proposta dell'immunità, sembra che sull'emendamento relativo ci sia la firma della signora finocchiaro. pertanto la boschi ha perfettamente ragione!

    Report

    Rispondi

  • arwen

    24 Giugno 2014 - 13:01

    Mi dispiace, ma per quanto io non apprezzi la signora Finocchiaro, non è proprio possibile un confronto tra la velina renziana e la castaiola rossa. Troppa la differenza sia culturale che caratteriale. La Boschi si contenti, per lei ci sarà sempre un posto in TV....

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    24 Giugno 2014 - 12:12

    tutti sapevano che il senato restava. i burcrati statali trascineranno il Paese alla bancarotta. Per loro ogni mese e' uno stipendio in piu': se ne fregano se il Paese va in malora. Loro pensano solo allo stipendio e vitalizio. Adesso invece di parlare del senato abolito si parla di cazzate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog