Cerca

Il testo della Boschi

Senato, immunità: il Pd si spacca alla vigilia dell'incontro con Grillo

Senato, immunità: il Pd si spacca alla vigilia dell'incontro con Grillo

La pattuglia addetta a far scoppiare i mal di pancia nel Pd è tornata in azione. Con alla testa Vannino Chiti e Felice Casson, il manipolo di 14 turbolenti democrat ha deciso di remare contro nel galeone renziano sulla riforma del Senato. La tensione è a mille alla vigilia dell'incontro tra i parlamentari del Movimento cinque stelle e la delegazione del Pd sul ddl Boschi. Il nodo da sciogliere rimane l'immunità per i membri del nuovo Senato, la strada sembra in salita sia sul fronte grillino che quello interno al Pd.

Fronda amica - "Abbiamo fatto un incontro con alcuni dei senatori - ha detto Vannino Chiti - con i quali stiamo conducendo una battaglia per la riforma costituzionale abbiamo deciso di ripresentare i nostri emendamenti fondamentali e, tra questi, inserire l’abolizione del secondo e terzo comma dell’articolo 68 della Costituzione". I ribelli sono decisi ad andara avanti e nel caso puntare fino alla Consulta che dovrà decidere su arresto, perquisizione e intecettazioni dei senatori. Il ministro Maria Elena Boschi lo ha ribadito ai grillini perché i dem intendano: "Non si ricomincia tutto daccapo". Di fatto si tornerebbe alla bozza della commissione Affari costituzionali chiusa dai relatori Anna Finocchiaro e Roberto Calderoli.

Sponda Grillo - L'apparente apertura al dialogo dei pentastellati si è smascherata con il post sul blog di Beppe Grillo dei parlamentari M5S: "Il testo della Boschi costruisce un Senato di nominati, sindaci e consiglieri regionali a cui, solo come contentino al popolo, si toglie l’immunità per rendere più passabile la porcata". I toni sono di quelli da tavolo vacillante, per non dire vicino a farsi saltare. All'ordine del giorno dell'incontro c'è la riforma della legge elettorale, l'Italicum renziano, ma i grillini anche qui non sembrano voler cedere alla loro proposta, il democratellum. Di sicuro Grillo non ci sarà, ma ai suoi le direttive sono state ben impartite: "Noi parlamentari poco alla volta stiamo acquistando autonomia ed esperienza" ci ha tenuto a precisare il senatore Nicola Morra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • globalinflight

    26 Giugno 2014 - 01:01

    Incontro con M5S. Ma la Moretti, che ruolo aveva ? Forse abbiamo perso qualche battuta?

    Report

    Rispondi

  • encol

    25 Giugno 2014 - 07:07

    Che cosa vogliono i Kom è facile da spiegare: - RUBARE SENZA FINIRE NELLE PATRIE GALERE- qualcuno ha visto o letto del Penati in galera? no al massimo leggiamo di un Lusi in convento per una settimana.

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      26 Giugno 2014 - 10:10

      povero maldestro! L'immunità è solo per i reati di opinione nello svolgimento delll'incarico da Parlamentare; non certo per altri reati, per i quali è previsto l'arresto: Papa, Tedesco, Genovese, Burlesque... Su Penati, poi, bastava legegre il Corriere di ieri e non solo Libero. Ma come fate ad essere così maldestri?

      Report

      Rispondi

blog