Cerca

Anti-europeista o anti-italiano?

M5S, Beppe Grillo a Strasburgo: "L'Europa non dia i soldi all'Italia, vanno alla mafia"

M5S, Beppe Grillo a Strasburgo: "L'Europa non dia i soldi all'Italia, vanno alla mafia"

"Io sono venuto qui a guardare i conti e a dire di non dare più i soldi all'Italia perché scompaiono in tre regioni: Sicilia, Calabria e Campania", quindi
"mafia, 'ndrangheta e camorra". Beppe Grillo arriva a Strasburgo con un solo obiettivo: far parlare di sé a suon di provocazioni. D'altronde, il ruolo dei grillini appare già marginale (il gruppo EFDD composto da M5S e Ukip è l'unico a non avere un vicepresidente del Parlamento) e qualche contraddizione tra 5 Stelle e uomini di Nigel Farage è emersa fin dal primo giorno di lavori. Ha fatto il giro del web la notizia (anzi, la bufala) degli europarlamentari M5S che girano le spalle al momento di cantare l'Inno alla gioia, imitando così i colleghi dell'Ukip (guarda il video). Falso. E lo stesso Grillo nel pomeriggio ha pensato bene di blandire l'alleato per caso: "Amo le persone come Farage, perché è uno che si emoziona. Noi abbiamo cambiato la politica in Italia e lui la vuole cambiare a Londra. Ci siamo trovati subito".

"Travolti dal treno Fiscal Compact" - Al di là dell'attacco (generalizzato) all'Italia del malaffare, Grillo se l'è presa direttamente con l'Unione europea. Non più "scatoletta di tonno da aprire" come il Parlamento italiano, ma direttamente da buttare. "Questa Europa si è trasformata in un gigantesco parassita, un parassita che vive sulle nostre spalle, un parassita che ci afferra per la gola e ci toglie ossigeno. Ci rassicurano che le cose vanno meglio, che la crisi sta passando, che si intravede la luce alla fine del tunnel, ma sono i fari del treno che ci sta per venire addosso". "Il treno - per il leader M5S - si chiama Fiscal Compact, il nuovo irrigidimento del Patto di Stabilità e di Crescita che negli anni è stato sforato dalla stragrande maggioranza degli Stati europei. Così, a un paziente già ammalato, hanno somministrato il colpo di grazia: il pareggio di bilancio. Che in Italia abbiamo inserito addirittura nella Costituzione. Significa che se non abbiamo soldi non possiamo neppure trovarne, privi come siamo di sovranità monetaria, senza indebitarci. Una genialata!".

"Finirà malissimo" - "In più - incalza Grillo - ci hanno chiesto di ridurre il rapporto debito pubblico/Pil al 60% in 20 anni. Significa prendere un tessuto economico già disastrato, un tessuto imprenditoriale disperato, un tessuto assistenziale ai limiti dell'inesistente, e applicarvi tagli a pioggia pari anche a 50 miliardi all'anno per vent'anni. E lo chiamano Grande sogno europeo! Ci accorgeremo presto delle conseguenze del Fiscal Compact sui paesi già piegati dal rigore a tutti i costi. E poi, come in un celebre romanzo di Agatha Christie, non ne rimase nessuno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giggino1977

    02 Luglio 2014 - 13:01

    Verissimo senza dubbio. Gran parte dei soldi vanno alle mafie, quelle classiche e quelle politiche.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    02 Luglio 2014 - 12:12

    Non so se i fondi Europei dati all'Italia vanno alla Mafia. Forse no. Ma che l'Italiua è l'unico Paese Europeo dove esiste il crimine organizzato è un dato di fatto per cui tutti i sospetti sono più che leciti specialmente se vengono dati ad un Governo come quello di Renzi dove è egemone un partito come il PD che è l'erede spirituale del demenziale PCI.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    02 Luglio 2014 - 12:12

    Non so se i fondi Europei dati all'Italia vanno alla Mafia. Forse no. Ma che l'Italiua è l'unico Paese Europeo dove esiste il crimine organizzato e disorganizzato è un dato di fatto per cui tutti i sospetti sono più che leciti e giustificati specialmente se vengono dati ad un Governo come quello di Renzi dove è egemone un partito come il PD che è l'erede spirituale del demenziale e, per certi vers

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    02 Luglio 2014 - 08:08

    Pienamente d'accordo, inutile nasconderci dietro un dito, i soldi l'Europa li da, non in misura abbondante, ma quelli che arrivano realmente a chi li merita sono solo le briciole. Non facciamo finta di non sapere nulla. I politici che mandiamo in Europa sono gli scarti del parlamento che già di suo è scadente. Cosa dovremmo sperare di diverso?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog