Cerca

Lo scontro in Europa

Napolitano stoppa Renzi: basta liti con la Germania

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan: "Non c'è alcun problema con la Germania". Il ministro degli Esteri, Federica Mogherini: "Il rapporto tra Renzi e la Merkel è solido". Il giorno dopo il duro scontro tra il premier italiano Matteo Renzi da una parte e i tedeschi Weber (capogruppo del Ppe al Parlamento europeo) e Weidmann (numero uno della Bundesbank sul tema della flessibilità sui conti degli Stati dell'Eurozona, da palazzo Chigi è tutto uno smorzare i toni.

Ma che Renzi abbia risposto irritato e a muso duro a Weber è stato visto da milioni di telespettatori in tv. Mentre la replica alla Buba è stata affidata alle agenzie: "La Bundesbank non pensi di spaventarci coi suoi richiami" ha sparato il premier italiano. E allora, cosa è successo dopo? Secondo quanto riporta il sito affariitaliani.it, a provocare il passaggio dei toni da belligeranti a concilianti sarebbe stato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che non avrebbe affatto gradito la nota con la quale l'esecutivo ha risposto nella serata di giovedì alla banca centrale tedesca. In sostanza il capo dello Stato avrebbe fatto forti pressioni su Renzi e sui ministri competenti affinché si chiuda rapidamente la lite con Berlino. Il Quirinale - raccontano i beninformati secondo affari Italiani - "tiene particolarmente a non alzare i toni, soprattutto in un momento così delicato. E per questo non ha gradito la replica di Palazzo Chigi". Renzi, insomma, avrebbe risposto - anche se non di persona - senza ponderare bene e senza tenere in considerazione il peso della Germania e l'importante di relazioni distese tra Roma e Berlino soprattutto durante il semestre di presidenza Ue.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Arrennegau

    05 Luglio 2014 - 20:08

    Ma credete davvero a Renzi ? Pura sceneggiata. Come sempre. È tutto concordato con Merkel , Napolitano e delinquenti vari. Chissà cosa stanno combinando alle nostre spalle. Di sicuro, ci stanno cuocendo a fuoco lento. Cari Berlusconi, Salvini, Meloni e Storace, non continuiamo a lasciare l'Italia in mano a questi mentecatti, per non dire altro. Siamo sempre noi Italiani a soffrire. RICORDATE

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    05 Luglio 2014 - 10:10

    "affari italiani" avrebbe.... Erano presenti alla eventuale esternazione di Napolitano? in qualche veste istituzionale? Poco probabile. Chi avrebbe, allora, riferito al cronista dell'eventuale intervento? "secondo i ben informati, avrebbe...". E questi ben informati erano presenti durante l'eventuale colloquio faccia a faccia che, non risulta ci sia stato?

    Report

    Rispondi

  • egobz

    05 Luglio 2014 - 09:09

    Il sig.napolitano dovrebbe farci la cortesia di andare fuori dai coglioni una volta per tutte, credo che lo abbiamo sopportato già per troppi anni, grazie!

    Report

    Rispondi

  • alarut

    05 Luglio 2014 - 07:07

    Renzi farebbe a dire a Napolitano le stesse cose che ha detto ai banchieri tedeschi, oppure, più elegantemente potrebbe proporgli di prendere il suo posto di premier, visto che mette bocca in ogni buco!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog