Cerca

Il distacco

Ai giovani la politica fa schifo:
solo uno su sei andrà a votare

Il sondaggio di Mtv: per il 76% degli intervistati i politici sono soltanto degli incompetenti. Che immagine hanno del Parlamento? Il covo dei raccomandati

Solo il 2 per cento dei giovani tra i 18 e i 34 anni fa politica attiva
Ai giovani la politica fa schifo:
solo uno su sei andrà a votare

 

I giovani? Si astengono. O meglio, si asterranno in massa alle prossime elezioni. Il sondaggio è stato realizzato da Mtv, e rivela che tra i cittadini che hanno tra i 18 e i 34 anni l'astensionismo resta di gran lunga il primo partito in Italia. Nel dettaglio, soltanto il 45% dei soggetti intervistati si dice felice di vivere in Italia (al contrario, il 70% si dice "fiero" di vivere nel Belpaese"). Ma i numeri che destano maggiori dubbi e preoccupazioni sono quelli relativi alla politica. Il 74% degli intervistati ritiene che il binomio politica-corruzione sia sostanzialmente impossibile da smantellare, mentre il 67% si dice "disgustato" dagli scenari politici; il 57% si dice "arrabbiato". Questo macrocosmo di sensazioni, questo rifiuto nemmeno troppo latente, come ovvio si traduce nell'astensionismo: soltanto sei giovani su dieci afferma che andrà a votare alle elzioni di fine febbraio. Il 73% degli intervistati sostiene che l'astensionismo sia una forma di protesta. Poi altri giudizi certo non lusinghieri sulla classe politica italiana: per il 60% è "anacronistica e incapace di rinnovarsi"; per il 67% è piena di raccomandati; per il 76% è composta da una massa di incompetenti. Infine, un dato illuminante: soltanto il 2% dei giovani è coinvolto attivamente dalla politica.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alejob

    26 Gennaio 2013 - 13:01

    Giovani dovete andare a votare. Votare significa dare il vostro contributo per un domani migliore. Capisco che vedete il domani molto lontano, ma le cose cambieranno se al potere andranno le persone giuste. Devono cambiare in questo paese molte cose, non pensate di non riuscire ad avere un lavoro o una pensione, si può fare, dovete dare fiducia a coloro che stanno lavoarndo per voi.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    21 Gennaio 2013 - 11:11

    qualcuno spieghi che domani saranno vecchi domani l'italiota sarà loro dovranno gestirla loro le aziende (quelle rimaste) dovranno condurle loro saranno i futuri insegnati operai dottori contadini idraulici muratori spacciatori (spero di no) poliziotti avvocati operatori ecoligici.....qundi non andare a votare oggi vuol dire far decidere il loro futuro da altri cioè noi gli attuali ""anziani"" forse anagraficamente ma non di testa. p.s. perdonatemi eventuali errori.

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    21 Gennaio 2013 - 10:10

    Politici raccattate quel che potete finché siete in tempo, fra 30 anni non resterà più nulla da spartirvi.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    21 Gennaio 2013 - 09:09

    Lo Stato è interessato ai giovani...A condizione che siano figli di immigrati !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog