Cerca

La bussola

Il futuro di Ncd: ecco con chi stanno gli alfaniani

Il futuro di Ncd: ecco con chi stanno gli alfaniani

Alta tensione dalle parti di Ncd. La convivenza nel governo con il Pd e le voci di un probabile rimpasto alle porte spaccano il partito. Il Nuovo Centrodestra deve scegliere e in fretta in che direzione vuole andare. Nel caso in cui si tornasse al voto Ncd deve chiarire se sta dalla parte di una probabile coalizione di centrodestra con Forza Italia o se vuole dare vita ad una nuova area politica che strizza l'occhio al Pd renziano. Su queste binari corre il dibattito interno al partito. Come racconta Il Tempo, tra le mura di Ncd non esiste una linea unitaria. C'è chi vuole un ritorno nell'area moderata smarcandosi da Renzi e chi invece vuole stringere ancora di più i rapporti col premier.

I moderati - E così, il quotidiano romano fa i nomi dei "colonnelli" delle due fazioni. Maurizio Lupi , Barbara Saltamartini , Nunzia De Girolamo guardano alla grande riorganizzazione del centrodestra e al dopo-Berlusconi: una vasta alleanza con una FI più moderata, ma anche con Lega e FdI. Sono coloro che hanno firmato la petizione di FdI per chiedere le primarie. 

I governativi - Gaetano Quagliariello - che è anche coordinatore nazionale del partito - Beatrice Lorenzin , Maurizio Sacconi , Maurizio Cicchitto invece guardano alla formazione di un soggetto nuovo di matrice popolare con i partiti che sostengono il governo. "Sono pronti a passare a sinistra", sussurra qualcuno a il Tempo.

Le mosse di Alfano - Angelino Alfano per il momento non ha preso posizione sul dibattito interno. L’alfaniano Giuseppe Esposito , senatore, invita il leader a rompere gli indugi: "Lascia il ministero e guida il partito". Esposito auspica che tutta la compagine Ncd esca dall’esecutivo per garantire l’appoggio esterno e costruire il percorso politico del partito. Naturalmente a guida Alfano. Forse i tempi per un passo del genere non sono ancora maturi. Il partito nei sondaggi è stabile e dopo le europee ha uno zoccolo duro di elettori da cui far decollare la nuova avventura politica. Maurizo Lupi prova a capire il futuro di Ncd e ad Esposito risponde così: "Il Pd ha trovato Renzi, noi stiamo ancora cercando di capire come diventare protagonisti". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    15 Luglio 2014 - 14:02

    NcD, partito di servi del vaticano. Uscito dal Pdl con gli iscritti alle Sette di Comunione e liberazione, Compagnia delle opere ecc, dopo la disfatta dell'Udc precedente braccio armato del parassita vaticano, oggi ANCHE il NcD è stato SCOPERTO dagli elettori per quello che è : un Covo di settari che remano PER il vaticano CONTRO il paese... e stanno scomparendo, Lupi, formigonI, lorenzin, ecc

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    15 Luglio 2014 - 12:12

    che partititino, da 2%.... dove pensano di andare? possono solo andare a casa.

    Report

    Rispondi

  • zuma56

    15 Luglio 2014 - 10:10

    Nunzia da una parte, Cicchitto dall'altra; bella partita. Vista la loro statura politica finirà certamente ai rigori.

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    15 Luglio 2014 - 10:10

    Facevano tutti parte attorno alla greppia berlusconiana ingrassando a non finire. L'obesità è arrivata al loro cervello per cui non possono essere credibili agli occhi del popolo che confidava in essi. Le loro capacità politiche sono esattamente uguali a quelle di Fini. Insomma non sono più credibili e non meritano nessun onore. Renzi gioca al gatto e al topo.Cosa vogliamo? La loro sparizione!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog