Cerca

Beppe: il patto del Nazareno come un segreto di Stati

Il patto del Nazareno come il papello della presunta trattativa Stato-Mafia: due nuovi segreti di Fatima. Dal suo blog Beppe Grillo torna a sparare a zero sulle Riforme Costituzionali: "Gli italiani hanno il sacrosanto diritto di sapere e i giudici di indagare sui colloqui privati del trio Napolitano-Renzie-Berlusconi dato che riguardano il futuro della Nazione. Meglio Pinochet di questi sepolcri imbiancati e bimbominkia assortiti. Chi sa parli, chi può denunci. O dovremo fare un appello a Riina per sapere la verità?", si legge nel post pubblicato stamattina: "I due segreti di Fatima", con il quale si stigmatizza l’abolizione di fatto del Senato, epilogo di un percorso "iniziato con Gelli"

 

L'ultimo attacco - "Ci sono due segreti di Stato, due nuovi segreti di Fatima che al confronto Ustica e Piazza Fontana sbiadiscono. Il primo sono le conversazioni tra Mancino e il signor Napolitano avvenute nell’ambito dell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia - si legge - Il secondo è il patto del Nazareno tra un piduista condannato in via definitiva e un ex sindaco mai eletto in Parlamento. Segreti con i timbri della P2 e della mafia. Con la sostanziale abolizione del Senato siamo giunti all’epilogo di un percorso iniziato con Gelli e proseguito con l’omicidio di Falcone e Borsellino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    03 Agosto 2014 - 17:05

    Ma esiste in questo paese qualche magistrato che abbia il coraggio di denunciare ( e metterlo anche in galera) sto imbecille di Grillo. Più che insulti ogni giorno non fa. Cosa rara sentirlo parlare come fa una persona perbene, che può anche dissentire ci mancherebbe, ma lui ogni parola che esce da quella sala da pranzo è un'insulto.POVERETTO. Magistratura se ci sei fatti sentire.!

    Report

    Rispondi

  • afadri

    03 Agosto 2014 - 17:05

    Ma esiste in questo paese qualche magistrato che abbia il coraggio di denunciare ( e metterlo anche in galera) sto imbecille di Grillo. Più che insulti ogni giorno non fa. Cosa rara sentirlo parlare come fa una persona perbene, che può anche dissentire ci mancherebbe, ma lui ogni parola che esce da quella sala da pranzo è un'insulto.POVERETTO. Magistratura se ci sei fatti sentire.!

    Report

    Rispondi

  • afadri

    03 Agosto 2014 - 17:05

    Adesso ditemi voi se una persona che ha sempre fatto ridere ( a pagamento s'intende) possa paragonare Napolitano a Pinochet. Roba da piangere. E speriamo che alle prossime elezioni la gente intelligente si ricordi. Grillo di concreto all'orizzonte non dimostri NULLA proprio NULLA.

    Report

    Rispondi

  • ilsereno

    03 Agosto 2014 - 17:05

    Stai zitto guitto. Le tue sparate le conosciamo. Come quella sulla presidenta argentina che aveva rimborsato la rata USA prima della scadenza perchè ora la sua nazione andava oltre le gonfie vele e raccomandava di sottoscrivere i bond.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog