Cerca

Il piano

Lavoro, salario minimo, Giuliano Poletti: "Via libera entro metà del 2015"

Lavoro, salario minimo, Giuliano Poletti: "Via libera entro metà del 2015"

L'ultima promessa del governo rischia già di naufragare come il piano per la Pa e le pensioni. Questa volta si tratta del reddito minimo garantito e ad annunciare il piano del governo è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti in un'intervista ad Affaritaliani.it: "È ragionevolmente immaginabile che prima della metà del 2015 tutto ciò che è previsto nella legge delega possa essere fatto". 

La legge - L'introduzione per legge del salario minimo in Italia, spiega Poletti, è stata prevista come possibilità nella legge delega: "Naturalmente nella stessa legge delega abbiamo messo delle procedure e delle modalità necessarie perché è un tema molto delicato che deve essere inserito nel quadro della contrattazione del nostro Paese, che è una contrattazione molto diffusa e dove le parti sociali hanno una responsabilità importante. Quindi è una possibilità che è prevista ma è prevista secondo delle procedure definite che coinvolgono le parti sociali".

I tempi - "Sul piano dei tempi noi pensiamo che la legge delega sia approvata certamente entro la fine dell'anno, forse anche novembre. E a quel punto abbiamo massimo sei mesi di tempo per l'approvazione dei decreti delegati. Quindi a quel punto è ragionevolmente immaginabile che prima della metà del 2015 tutto ciò che è previsto nella legge delega possa essere fatto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ketaon_01

    04 Settembre 2014 - 12:12

    E' partito dicendo "Ogni mese faccio una riforma" ..... ma smettila di dire cazzate e fai qualcosa di concreto. Sono mesi che fai il venditore di minchiate. Anche se hai comprato gli italiani per 80 euro cerca di essere più concreto. Solo fumo per adesso

    Report

    Rispondi

  • nick1990

    08 Agosto 2014 - 12:12

    Fino a adesso è tutto fumo e niente arrosto, ad aprile prometteva di abbassare l'IRPEF e non l'ha fatto, riformare la legge della fornero sulle pensioni e non l'ha fatto, l'Europa chiede abbassare le TASSE e non l'ha fatto, invece hanno pensato bene di aumentare le tasse sulle case, ma quando si abbassano il loro stipendio? quando tagliano il numero dei parlamanteri? quando si torna avotare?

    Report

    Rispondi

  • marfax52

    07 Agosto 2014 - 21:09

    Io di questi cialtroni ho una paura fottuta, preferirei esser governato da veri comunisti alla baffino piuttosto che da boy scout da strapazzo. Che disperazione.

    Report

    Rispondi

  • encol

    05 Agosto 2014 - 14:02

    Questa volta la promessa deve salire e di molto. Tanto sig. Renzi è solo una promessa e.... dire mi sono sbagliato fa sempre in tempo inoltre ha già fatto l'abitudine-

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog