Cerca

Cifre

Sondaggio Piepoli: crolla la fiducia nel governo

Sondaggio Piepoli: crolla la fiducia nel governo

Renzi è già al capolinea. Sono lontani i fasti con cui è arrivato a palazzo Chigi defenestrando Enrico Letta e illudendo poi gli italiani con una mancia ridicola da 80 euro in busta paga. Il vento è cambiato. Le cifre sono impietose: Italia in recessione, Pil che non cresce e riforme del lavoro e della P.a. ferme al palo. Un flop completo. Così anche nelle intenzioni di voto gli italiani cominciano a diffidare dal premier di Pontassieve che ha già esaurito la benzina. Secondo l'ultimo sondaggio Piepoli per La Stampa la fiducia nel governo è in forte calo. L'esecutivo ha perso ben 11 punti in un mese sulla fiducia passando dal 69 per cento al 58 per cento. Un dato che allarma palazzo Chigi.

Crollo Renzi - Se a queste cifre si aggiunge poi le previsioni che fanno gli italiani sulla durata del mandato di Renzi il quadro per il premier è davvero catastrofico. Il 25 per cento degli italiani pensa che Renzi arrivi solo fino al 2015, un altro 14 per cento pensa che possa cascare già entro quest'anno. Insomma per il 39 per cento degli italiani il governo resterà in carica solo per un altro anno nelle previsioni più rosee. Solo il 38 per cento crede che Renzi possa arrivare al 2018. Sul fronte delle intenzioni di voto il Pd è in lieve calo ed è al 40,5 per cento con un trend negativo che va avanti da giugno scorso.

Scende Fi, vola la Lega - In flessione anche Forza Italia che è al 16 per cento. Stabile Grillo che si attesta al 21,5 per cento. Infine bisogna registrare il boom della Lega, saldamente al 7 per cento e con Salvini in testa alle preferenze per il ruolo di leader del centrodestra col 22 per cento. Il segretario del Carroccio è davanti a Berlusconi che raccoglie il 15 per cento. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    07 Agosto 2014 - 03:03

    Ditemi se un Paese che continua a dare il 40% e passa al partito che sta accompagnando il Paese alla morte, con una sorta di eutanasia, può avere ancora speranza nel futuro. Gli italiani non capiscono niente. Meritano il ciarlatano fiorentino, il venditore di pentole, il pinochietto tutto chiacchiere e distintivo. Ogni Paese ha il Governo che si merita, e noi meritiamo gente come la Picierno!

    Report

    Rispondi

  • marco53

    07 Agosto 2014 - 03:03

    Scommetto che se fate un sondaggio serio, la forma di governo che vince è la DITTATURA. Meglio quella della Picierno, della Boschi, della Madia, e del venditore di pentole fiorentino!

    Report

    Rispondi

  • brigantebellegra

    06 Agosto 2014 - 21:09

    Oltre ai tagli forti alle spese della politica, occorrono riforme strutturali che devono interessare tutti i temi dell'economia e del funzionamento dello Stato.

    Report

    Rispondi

  • maurobell

    06 Agosto 2014 - 20:08

    Abolire senato,mezza camera dei deputati,le regioni,metà' comuni,forse qualche provincia può' servire,i sindacati mandarli a Gaza o in Siria a loro scelta.la presidenza della repubblica mandarla in un mini appartamento in affitto.Della Boldrini e' meglio non parlare.Se Grasso dovesse diventare presidente della repubblica,mi trasferisco nella terra del fuoco.Le banche uccidono le aziende.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog