Cerca

La protesta

80 euro, Luca Zaia fa ricorso alla Consulta: "Troppo facile togliendo soldi alle Regioni"

80 euro, Luca Zaia fa ricorso alla Consulta: "Troppo facile togliendo soldi alle Regioni"

"Il bonus Irpef toglie risorse alle Regioni". Il Veneto ricorre alla Corte Costituzionale per le modalità di recupero delle risorse decise dal governo nel decreto per gli 80 euro in busta paga. Lo ha annunciato il governatore Luca Zaia, rilevando che la giunta ha adottato oggi una delibera in tal senso. "Troppo facile fare copertura togliendo soldi a Regioni e comuni", ha detto il governatore. "Non abbiamo niente - ha detto - contro chi gli 80 euro li prende, al di là del fatto che vengono lasciati fuori i più bisognosi, i disoccupati e i pensionati. Ma il modo per recuperare le risorse, il 'montepremi' che vale 6 miliardi e 400 milioni di euro, è una farsa: se decidi di fare un finanziamento, lo devi fare con soldi tuoi. E' troppo facile, e c'è il rischio che passi il principio, farlo togliendo soldi alle Regioni e agli enti locali, tanto più con tagli orizzontali, basati sulla spesa storica del 2013. Così si premiano le Regioni più sprecone: se, ad esempio, per i siciliani si tradurrà in una limatura di unghie, a noi taglierebbero un braccio".

La protesta - Zaia ha aggiunto: "Così si va a ledere l'autonomia di bilancio delle Regioni, in maniera arbitraria, mettendoci in grande difficoltà" -, si è scelta questa strada di "insinuarsi nella partita attraverso le modalità di finanziamento che riteniamo non corrette, non distinguendo tra Regioni virtuose e non virtuose". "Siamo preoccupati - ha concluso - perché, per questa strada, c'è il timore che si metta mano anche ai fondi per il servizio sanitario. Il Governo i soldi non li ha, ha fatto un provvedimento senza coperture, e vogliamo che sia chiaro anche alla gente che quel che gli danno con una mano, lo sottraggono al territorio con un caterpillar".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spadino65

    13 Agosto 2014 - 13:01

    Zaia magnate già esageratamente troppo.....trovane un'altra per far sapere che esisti

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    13 Agosto 2014 - 13:01

    Zaia dimentica una cosa molto importante: la regione veneta non è un ente a sé stante, fa parte integrante dello Stato italiano, pertanto anche lei può essere chiamata a contribuire al benessere di tutti gli italiani non solo dei veneti!!!

    Report

    Rispondi

    • franz1957

      15 Agosto 2014 - 22:10

      Sig. Vaccara, Zaia parla di soldi tolti alle regioni e non alla regione Veneto e i veneti contribuiscono già abbondantemente al benessere di questo stato disgraziato. Gli 80 euro sono stati solo campagna elettorale e si sapeva fin da subito che non avrebbero cambiato ne la vita delle famiglie ne l'economia di questo paese.

      Report

      Rispondi

  • ferdi1512

    13 Agosto 2014 - 12:12

    meglio,molto ,meglio,80 euro ai lavoratori del veneto,con i soldi del veneto,che milioni di euro ai nuovi "trota"belsito e via cantando!!!!!a zaia,ma tu,con chi stai?????????????

    Report

    Rispondi

  • opulonin

    13 Agosto 2014 - 11:11

    Renzino poteva fare di più ! Ridurre drasticamente le vostre indennità, quelle degli onorevoli (bastano e avanzano 120.000 euro l'anno altro che i 240.000 euro proposti ) gli stipendi dei commessi dei burocrati e quelli degli alti papaveri della giustizia. Così non ha la necessità togliere nulla alle regioni e rinnovare i contratti che sono fermi da diversi anni invece di farci il regalino

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog