Cerca

Passo falso

Palazzo Chigi: il nuovo sito di Renzi è pieno di problemi

Palazzo Chigi: il nuovo sito di Renzi è pieno di problemi

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ieri ha presentato il nuovo sito del governo italiano (un'altro? si, un'altro). Con passodopopasso.italia.it il premier intende varare la fase 2: sul sito è ben visibile il countdown dei famosi mille giorni. Peccato che, per il resto, il sito sia di una banalità imbarazzante. Durante la presentazione di ieri, seduto a fianco dei ministri Graziano Delrio e Maria Elena Boschi, Renzi ha detto che in inglese "esiste un'espressione che è intraducibile in italiano: è accountability, concetto che esprime l'idea che ciascuno debba rendere conto di ciò che fa". Conosciamo bene - ahinoi - il rapporto del premier con la lingua inglese: allo stesso modo, nonostante la sbandierata familiarità con i social, Renzi (o chi per lui) sembrano avere ancora qualche lacuna nella programmazione informatica. Tra le cinque sezioni del sito (Home, Mille Giorni, Passo dopo Passo, News, Infografiche e Video) non trova spazio l'elenco delle cose da fare né tanto meno il relativo scadenzario. Nessuna tabella di marcia. Niente date di pubblicazione delle singole notizie. Poche infografiche, e alcune fatte male - guardate quella sui cantieri dello Sblocca Italia: senza uno zoom è illeggibile, ma il tasto zoom non c'è; forse Renzi dà per scontato che ogni italiano sia un fiero possessore di tablet, e possa risolvere il problema con due dita. La sezione Video ha un solo video: un'intervista del Tg1 alla Boschi. Un po' pochino.


Un monitoraggio sulla situazione è per ora offerto da Il Mattinale, il foglio politico di Forza Italia che ha dedicato una edizione straordinaria per fare il cosiddetto "fact checking" al portale: passo dopo passo, verranno fatte le pulci al nuovo sito di Palazzo Chigi. Ad esempio i dati nella sezione News che annunciano l'aumento dello 0,2% degli occupati in Italia da febbraio a luglio "sono - secondo il Mattinale - analizzati in modo scorretto e banale, da principianti. Il confronto va fatto mese per mese rispetto al corrispondente mese dell'anno precedente". E così il Mattinale dimostra che i posti di lavoro sono calati.
Il giudizio sarà, com'è giusto, dei cittadini. I quali però non avranno nessuno spazio sul sito per dire la loro: non c'è un forum, e nemmeno la possibilità di iscriversi per inserire commenti alle notizie o fare domande. Si può al massimo mandare una mail all'indirizzo passodopopasso@governo.it.
Per Matteo Renzi, considerato un esempio nella "comunicazione", "passo dopo passo" inizia con un passo falso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • avv.giovanni.sarteschi

    04 Settembre 2014 - 08:08

    Sì, però un altro si scrive senza apostrofo.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    03 Settembre 2014 - 09:09

    ...si rivolse alle ditte IBM Italia. Responsabile dello sviluppo fu nominato Lucio Stanca, ex dirigente IBM e ministro per l'Innovazione e le Tecnologie che nel marzo 2004 ottenne un primo stanziamento di 45 milioni di euro, e successivamente un ulteriore stanziamento di 45 milioni di euro ...Dopo un'attesa di tre anni, alla fine della legislatura il sito finanziato non era ancora stato pubblicato

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    03 Settembre 2014 - 09:09

    sul sito è ben evidenziato che è una versione BETA, quindi una prova di funzionamento e non completa.E c'è anche un indirizzo mail al quale inviare tutti i commenti che si vuole: io lo ho appena fatto.

    Report

    Rispondi

  • dplucia

    03 Settembre 2014 - 08:08

    8o Euro sono serviti a pagare almeno la bolletta della luce, non certo del gas. Dia fondo alle opere pubbliche che sono i paletti trainanti della ripresa

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog