Cerca

Bocciati

La "buona scuola" di Renzi: errori e strafalcioni nel testo

La "buona scuola" di Renzi: errori e strafalcioni nel testo

Con la valanga di slide, infografiche, tweet prodotti in soli sei mesi a Palazzo Chigi era solo questione di tempo. Prima o poi - nonostante le cure del fido correttore di bozze Filippo Sensi - il premier Matteo Renzi sarebbe incappato in uno strafalcione. Cosa umanissima, chi non fa errori? Ma infilarli nello schema esemplificativo della riforma della scuola non è il massimo della vita. Mandare a capo «Costituzione» come «Costituzi-one», oppure «assunzioni» come «assunzi-oni» e ancora «digitali» come «dig-itali» sono infortuni da matita blu. O da ciucci, potrebbe dire Matteo. Ci penserà sua moglie a dargli 5 in italiano?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudio maestri

    04 Settembre 2014 - 17:05

    Non ho sentito un che è uno ,anche tra voi giornalisti, dire una semplicissima cosa: POSSONO TAGLIARE TUTTO E DI PIU' ma se poi i soldi risparmiatii continuano a disperdersi nei vari noti rivoli del magna magna...infatti il debito pubblico da quando c'è il pifferaio aumenta come mai! Tasse a gogò e tirano su miliardi a palate,in cassa zero euro! Dopo altri 50 miliardi di tasse darà altro "BONUS" !

    Report

    Rispondi

  • claudio maestri

    04 Settembre 2014 - 17:05

    Renzie? E' la fotografia dell'ignoranza del nostro popolo che infatti pure lo vota e sta incollato ai programmi tv della sinistra più ignorante che più ignorante non si può. Che vi aspettavate da uno che ha affermato che Marco Polo è nato in Cina? Questo ci meritiamo ed altro di peggiore...e,purtroppo, sempre più imminente(attenti alla gola compagni, i primi sarete voi...). Auguri Italia.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    04 Settembre 2014 - 13:01

    La scuola è uno dei tanti aspetti della situazione in cui versa questo nostro disgraziato Paese. Il livello medio di istruzione è bassissimo: il risultato di numerose indagini da parte di organi internazionali sul confronto con i Paesi dell'Occidente, e non solo, è pietoso. I nostri studenti sono tra i più asini.

    Report

    Rispondi

  • rocc

    04 Settembre 2014 - 12:12

    nello schema di riforma della scuola (sic) era possibilissimo evitare gli strafalcioni nell'andare a capo; quel dig-itali era veramente impagabile, ma anche Costituzi-one; se qualche giornalista ha cominciato in verità ad andare a capo a metà sillaba, magari sarà giustificato dall'inevitabilità dell'errore, ma in quello schema sulla scuola (di nuovo: sic) l'errore si poteva e si doveva evitare..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog