Cerca

Matteo flop

Il sondaggio che spaventa Renzi: piace come Letta

Il governo ha lo stesso indice di gradimento del predecessore dopo lo stesso periodo in carica

Il sondaggio che spaventa Renzi: piace come Letta

C'è il Pil con davanti il segno meno. La disoccupazione il cui segno "+" diventa sempre più ingombrante. I consumi restano al palo, segno che anche gli 80 euro al mese non stanno incidendo come qualcuno sperava. Le vacanza estive sono ormai alle spalle e nei prossimi quattro mesi il governo Renzi si giocherà tutte le sue carte e speranze di sopravvivenza. Anche perchè, secondo i dati raccolti dai sondaggisti dell'Osservatorio Lorien raccolti da affariitaliani.it, la popolarità del premier è in picchiata dopo aver toccato il massimo nello scorso maggio in coincidenza delle elezioni europee. Secondo Lorien, oggi, l'indice di gradimento del governo è al 56%: ancora con un certo margine di sicurezza rispetto alla soglia-chiave del 50%, ma identico al gradimento di cui il governo Letta godeva dopo lo stesso periodo di tempo dall'entrata in carica. Cioè: Renzi tanto rumore per nulla.

Il punto è che l’81% degli italiani si sente personalmente colpito dalla crisi economica (+4% rispetto a soli due mesi fa). In generale gli italiani percepiscono più negativamente la situazione economica attuale, non solo nel nostro Paese, ma anche a livello internazionale. Al contempo, però reputano migliore la propria situazione finanziaria e occupazionale (unico dato positivo); la famiglia si riconferma come il luogo della rassicurazione, anche economica.

Tramontato dal dibattito il tema delle riforme istituzionali, le priorità per gli italiani sono rappresentate dai temi del lavoro, scuola e sanità. Il problema del lavoro in Italia resta il tema prioritario per la totalità dei cittadini (96%), tuttavia la paura di guerre ed atti terroristici è aumentata incredibilmente di ben 24 punti percentuali. Infine il tema delle migrazioni è ancora al centro dell’attenzione dopo le tragedie in mare di quest’estate: il 90% degli italiani è molto preoccupato dalla situazione attuale dei nostri mari e la stragrande maggioranza (80%) accoglie favorevolmente l’annuncio del Ministro Alfano dell’avvio 

dell’operazione Frontex Plus che potrà (nel lungo periodo) anche sostituire Mare Nostrum che è stata caratterizzata dalla necessità di gestire l’emergenza.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick1990

    04 Settembre 2014 - 22:10

    destra\ sinistra \centro è il fallimento della politica italiana, 20 anni di mal governo hanno portato la rovina in italia. i politici italiani che sono di più che a livello europeo, invece di pensare al bene del popolo hnno tirato sempre l'acqua al proprio mulino. il cavaliere l'aveva detto taglieremo le 3 esse, sanità, sicurezza e scuola. fonzie ci sta pensando lui a finire il lavoro.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    04 Settembre 2014 - 20:08

    chi è contento di come hanno governato monti letta e renzi fino ad adesso alzi una mano! un attimo che faccio il conto delle mani alzate! un plebiscito! tutti con le mani alzate non una ma due! forse mi sono sbagliato a contqare no un conoscente che mi sta aiutando dice che le mani alzate sono quelli che affogano!

    Report

    Rispondi

  • gianni49

    04 Settembre 2014 - 20:08

    i grillini anno portato un emendamende che si dovevano dimezare tutti lo stipendi e tutti anno votati contri decideti voi a chi votare tanto vi anno fatto il lavaggio del cervello

    Report

    Rispondi

  • gianni49

    04 Settembre 2014 - 20:08

    ma voi credete ancora quel che dicono i giornali???. i giornali dicono quel che gli fa comodo ,anzi quel dei partiti che appartengono .voi credete troppe frottole i politici ci fanno sempre fessi pereche lo siami lori lo sanno ecco perche sono sempre loro che ci comandano e rubano i nostri soldi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog