Cerca

Brache calate

Andrea Orlando, ferie dei magistrati: "Pronti a riconoscere una specificità"

Andrea Orlando

La riduzione da 45 a 30 giorni di ferie, proposta nella riforma della Giustizia, aveva fatto scattare la mobilitazione delle toghe: i loro due mesi effettivi di ferie, nonostante i milioni di cause arretrate, non devono essere toccati. Eppure nessuno fa più vacanze dei giudici (tanto per capire, i poliziotti hanno dai 28 ai 32 giorni, gli insegnanti hanno 32 giorni e gli infermieri altrettanti). Una sforbiciata sacrosanta, dunque, quella ai giorni "d'ozio" dei nostri magistrati. Eppure, dopo la mobilitazione togata, ecco che il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, sembra cambiare idea sulla questione.

Brache calate - Da Firenze, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano di una possibile modifica proprio sul tema delle ferie dei magistrati, spiega: "Da questo confronto credo che potrà venire qualcosa che si può anche tradurre in un emendamento. Ho detto all'Anm che noi chiediamo uno sforzo ai magistrati di comprensione dell'esigenza anche di compiere tutti un sacrificio in questo momento, però ho dato anche disponibilità a riconoscere una specificità che riguarda la magistratura". E quando parla di una "specificità", Orlando, intende un trattamento "specifico" sui giorni di ferie, che per la gioia delle toghe sembrano destinati a non essere toccati (o tagliati con molta più "attenzione"). La sostanza? I magistrati alzano la voce e il governo Renzi cala le brache.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filder

    06 Novembre 2014 - 19:07

    Guardatelo bene in faccia e ditemi se non si rispecchia la faccia di un comunista rosso e da questo elemento potevamo aspettarci una seria riforma della giustizia? Né carne -Né pesce !

    Report

    Rispondi

  • toto50

    15 Settembre 2014 - 09:09

    Certo che Orlando la faccia del furioso proprio non ce la

    Report

    Rispondi

  • Dedy

    15 Settembre 2014 - 09:09

    Non veniteci a raccontare che si vogliono fare le riforme, questo Governo è come tutti gli altri, solo chiacchere, Speravo che Renzi ce la facesse ed invece inciampa in ogni sassolino. Riformare vuol dire togliere i privilegi, non si chiede ai privilegiati se sono d'accordo, e se non lo sono, calare le braghe!

    Report

    Rispondi

  • filder

    14 Settembre 2014 - 19:07

    Quella delle ferie per i magistrati non è stata altro che il solito teatrino,tutto era già scritto nel copione e tutto è stata finta per prendere per i fondelli le pecorelle che ancora ci credono a questi venditori di favole.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog