Cerca

I dati

Sondaggio Pagnoncelli: Il decisionismo di Renzi piace agli italiani. Bocciati i ministri

Sondaggio Pagnoncelli: Il decisionismo di Renzi piace agli italiani. Bocciati i ministri

Gli italiani promuovo Renzi e bocciano i ministri. Secondo il sondaggio di Nando Pagnoncelli pubblicato sul Corriere della Sera il 56 per cento degli italiani ritiene che sia positivo perché rende le scelte più forti e rapide, mentre il 33% è di parere opposto: fare troppo da solo rende più difficile per Renzi portare avanti le cose. A sorpresa la maggioranza degli elettori di Forza Italia e del Movimento 5 Stelle è di questo parere. Ma a pagare in vece in termini di popolarità e fiducia è la squadra dei ministri. 

Padoan chi? - Infatti, se si analizzano i dati sulla fiducia riscossa dai principali ministri, registriamo per tutti una prevalenza, in qualche caso netta, di giudizi negativi. Fa eccezione il ministro Padoan per il quale le opinioni positive e negative si equivalgono. Ma un altro dato fa riflettere: un italiano su due non conosce o non si esprime sui ministri Poletti e Orlando, nonostante di lavoro e di giustizia si discuta abbondantemente sui media. Persino due ministri come Padoan e Boschi, di cui si parla molto per l’attività del loro dicastero (e non solo), risultano sconosciuti. Ne è un esempio il ministro Poletti, che si occupa del tema che più sta a cuore agli italiani: il lavoro. L’elevato livello di disoccupazione non lo rende molto popolare.

Bene Lupi e Alfano - Infine va sottolineato come invece alcuni ministri (pochi) godano della fiducia degli italiani. Ne sono un esempio i ministri Alfano e Lupi, entrambi però più apprezzati tra gli elettori del Pd rispetto a quelli del partito di provenienza, Forza Italia, da cui si sono staccati fondando un nuovo partito che ha sostenuto i governi Letta e Renzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • katerin

    15 Settembre 2014 - 20:08

    PAGNONCELLI!!! i sondaggi li hai fatto solo ai dipendenti statali?

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    15 Settembre 2014 - 20:08

    Mi permetto di proporre per la testa della classifica la MADIA; una che al più potrebbe fare la BABY SITTER!

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      16 Settembre 2014 - 09:09

      e tu cosa sai di quanto ha fatto la Madia? Su tutta la riforma i media hanno solo riportato la dichiarazione che gli stipendi Statali rimarranno fermi: mi sembra un po' poco per giudicare, non credi?

      Report

      Rispondi

  • bruno osti

    15 Settembre 2014 - 18:06

    veramente Pagnoncelli dice che la maggior parte degli intervistat,i ca 30%, nememno conosce i ministri: moltissimi nemmeno a Boschi, il che è tutto dire!!! Non ci sono dichiarazioni di Pagnoncelli sull'esito delle interviste, relative a mnistri più o meno odiati: basta leggere l'articolo sul Corriere: è la solita professionalità del titolista o del capodirettore. Giornalai, appunto

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    15 Settembre 2014 - 17:05

    Pagnoncelli, per cortesia non sia come Renzi, un racconta balle con la speranza di tenere a galla il "Pifferaio" più odiato d'Italia. Si parla di decisionismo, ma per cortesia me lo mostri che mi sembra sempre di essere in bilico tra chi afferma castronerie e chi non le fà perché impraticabili.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog