Cerca

Cgil, Susanna Camusso: "Basta insulti al sindacato, no ai licenziamenti"

Cgil, Susanna Camusso: "Basta insulti al sindacato, no ai licenziamenti"

Scontro totale. La riforma del Lavoro e il dibattito sull'abolizione dell'articolo 18 costringe al muro contro muro sindacati e governo. O meglio, Cgil e palazzo Chigi. Susanna Camusso ieri aveva attaccato il premier accusandolo di voler "negare ai lavoratori la libertà, portando avanti politiche simili a quelle della Thatcher". Il premier ha risposto con un video-messaggio al veleno puntando il dito proprio contro la Camusso e contro i sindacati: "Dove eravate quando gli italiani perdevano il lavoro? Avete difeso solo vecchie ideologie". Ma la leader della Cgil non ha accettato il messaggio di Renzi e così su twitter attacca ancora ribadendo la posizione del sindacato: "Non vogliamo che chi lavora possa essere licenziato senza una ragione #fattinonideologia". E ancora: "Basta insulti al sindacato: guardiamoci negli occhi e discutiamone. Mandare tutti in serie B non è estendere i diritti e le tutele".

Le parole della Boldrini - E sul duello Renzi-Camusso è intervenuta anche la presidente della Camera Laura Boldrini: "Sull’articolo 18 non do pagelle. Mi auguro che da questo scontro anche aspro si arrivi ad una tutela effettiva dei lavoratori, sia di quelli più garantiti, sia dei precari. Soprattutto di quelle donne che per troppo tempo hanno dovuto scegliere tra maternità e lavoro". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bernardroby

    25 Settembre 2014 - 15:03

    Un sindacato inesistente falso e gozzovigliatore , dei soldi degli iscritti , falsamente illusi , complice di ogni governo fino ad ora , a guida del paese ! che mentre predica bene in pubblico e sui media , sigla accordi , sporchi sottobanco , per avere agevolazioni per i propri funzionari in , termini di permessi sindacali e FANCAZZISMO produttivo , Si vergogni Camusso ,! Roberto

    Report

    Rispondi

  • plaunad

    21 Settembre 2014 - 12:12

    E ti pareva che la Boldrini non sparasse le sue cazzate.

    Report

    Rispondi

  • plaunad

    21 Settembre 2014 - 12:12

    La prima a venire licenziata dovrebbe essere proprio lei. La più inutile e pericolosa degli individui.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    20 Settembre 2014 - 20:08

    Camusso, sparisci, hai toppato a 360°....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog