Cerca

La strategia

Giovanni Toti: "Coalizione con Forza Italia con Lega, Ncd e Fdi. Alle politiche Berlusconi candidato premier"

Giovanni Toti: "Coalizione con Forza Italia con Lega, Ncd e Fdi. Alle politiche Berlusconi candidato premier"

Prove tecniche per una nuova coalizione di centrodestra. A rivelarlo è Giovanni Toti in un'intervista ad Affaritaliani. Il consigliere politico del Cav svela i piani di Forza Italia per le prossime regionali: "Per questo tipo di appuntamento elettorale puntiamo a una coalizione di tutto il Centrodestra con Ncd, Udc, Fratelli d'Italia e Lega. Politiche di corsa solitaria indeboliscono la possibilità di battere la sinistra". Nelle ultime settimane però Matteo Salvini ha sempre chiuso le porte ad un'eventuale alleanza tra Lega ed Ncd.

I nodi da sciogliere - E così Forza Italia è a lavoro per convincere il leader del Carroccio: "Domani ci incontriamo con la Lega, ragioneremo delle loro esigenze, faremo presenti le esigenze di avere una coalizione larga per poter essere competitivi con le sinistre. Contiamo, passo dopo passo, di arrivare a una composizione di interessi diversi. Sappiamo che non è facile ma questo è il nostro obiettivo. Ci stiamo spendendo con generosità e speriamo che gli alleati capiscano che sono i loro elettori prima di tutto a chiedere che il Centrodestra torni ad essere vincente". Le regionali potrebbero essere un banco di prova per testare la tenuta della coalizione per poi presentare lo stesso schieramento alle politiche.

Silvio candidato premier - Ma quale sarebbe il candidato premier di una coalizione con Forza Italia, Ncd, Udc, Fratelli d'Italia e Lega? Toti su questo punto non ha dubbi: "Per quanto ci riguarda un leader ce l'abbiamo e si chiama Silvio Berlusconi e non abbiamo nessuna esigenza di confermarlo con strumenti tipo le primarie. Dopodiché, è stato lo stesso presidente Berlusconi a dire che quando la coalizione sarà formata discuteremo con gli alleati e non sarà esclusa la possibilità di ricorrere alle primarie ove ci sia la necessità". Infine Toti parla anche del ricorso presentato alla Corte di Giustizia europea per la condanna del Cav nel processo Mediaset: "Quando la Corte europe darà, perché ne siamo certi, ragione a Berlusconi per noi certamente resta il nostro leader e quindi è evidente che se pensiamo a un candidato premier pensiamo a Silvio Berlusconi. Speriamo che le condizioni lo consentano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AMMENDOLEA

    06 Ottobre 2014 - 13:01

    Se Matteo Salvini accetta di stare con Alfano, tutti i leghisti diventeranno grillini.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    06 Ottobre 2014 - 13:01

    Questo si e' rincoglionito del tutto.Perche' non si porta appresso pure fini?Magari guadagna qualche voto in piu'

    Report

    Rispondi

  • guifra35

    06 Ottobre 2014 - 10:10

    Mettersi nuovamente con quelli che hanno sfasciato il PdL non porta da nessuna parte: gente falsa, ambiziosa e di poco valore. Va bene, tanto noi, e siamo tanti, abbiamo deciso di non votare più Forza Italia.

    Report

    Rispondi

  • apostrofo

    05 Ottobre 2014 - 23:11

    Alfano ? Prima che il gallo canti .... Che facciamo, ci ricaschiamo un'altra volta ? Salvini ok, Tosi ok. Ma dovrebbero imparare a parlare bene " italiano" e non solo ... nordico. E ce ne dovrebbero convincere. Ma sbrigatevi chè è tardi !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog