Cerca

Dopo la condanna

Luigi De Magistris: "Non mi dimetto"

Luigi De Magistris: "Non mi dimetto"

Non solo Travaglio. Anche il presidente del Senato Piero Grasso ha detto che il sindaco di Napoli, condannato in primo grado per abuso d'ufficio in relazione all'inchiesta Why Not condotta quando era ancora magistrato, deve dimettersi e che la legge Severino va applicata. "E' stata già applicata anche ad altri sindaci. Penso sia inevitabile che sia applicata. Poi naturalmente ci sarà il seguito dell’appello, dell’impugnazione che potrà eventualmente dare un contorno definitivo alla vicenda".

La replica del sindaco - Ma il sindaco non ha alcuna intenzione di andarsene: "Vorrebbero applicare per me la sospensione breve, in base alla legge Severino, un ex ministro della Giustizia che guarda caso è difensore della mia controparte nel processo a Roma. E la norma è stata approvata mentre il processo era in corso".  Il sindaco lo ha ribadito anche su twitter che non ha nessuna intenzione di lasciare: "Non mollo", ha scritto. E questa mattina, in consiglio comunale, ha ripetuto: "Mi chiedono di dimettermi per questa condanna, ma guardandosi allo specchio e provando vergogna devono dimettersi quei giudici (della sentenza ndr)», aggiungendo: "Sono fiducioso che questa esperienza di governo possa andare avanti fino al 2016".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    27 Settembre 2014 - 16:04

    Questi giudici ormai sono al delirio dell'onnipotenza. Pazzi scatenati, sono da far controllare, tutti o quasi, da qualche psichiatra.

    Report

    Rispondi

  • info

    27 Settembre 2014 - 14:02

    Siamo Magistrati da 4 generazioni,ha dichiarato,i suoi genitori e i suoi nonni quando hanno deciso non hanno concepito un figlio ma da subito,a lettto,un MAGISTRATO.Grazie famiglia De Magistris L'Italia Vi e riconoscente !!!

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    27 Settembre 2014 - 14:02

    Fa bene De Magistris a non dimettersi. E il signor Grasso come mai non ha voluto che fosse applicata la legge Severino quando il suo amico Renzi all'epoca sindaco di Firenze è stato condannato. Se non lo avete capito è un piano del PD per cacciare De Magistris e per far eleggere con brogli elettorali un sindaco PD in modo tale che un domani possa nominare senatori del PD.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    27 Settembre 2014 - 12:12

    Ieri sera ho ascoltato De Magistris sul Tg1 delle ore 20 quando ha affermato grossomodo che nella Magistratura ci sono molti delinquenti o qualcosa di simile, tanto che l'ho fatto notare a mia moglie. Ebbene, poco fa mi sono riascoltato il replay del TG e quella parte è stata tagliata. A voi i commenti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog