Cerca

Italia 5 Stelle

M5S, Beppe Grillo al Circo Massimo: "Di Maio e Di Battista mi faranno finire all'Europarlamento... Martedì tutti a Genova"

M5S, Beppe Grillo al Circo Massimo: "Di Maio e Di Battista mi faranno finire all'Europarlamento... Martedì tutti a Genova"

"Di Maio e Di Battista sono meravigliosi, una forza. Lo so che fine faranno fare a me e Casaleggio: tra un anno saremo all'Europarlamento, di fianco a Mastella". Beppe Grillo chiude Italia5Stelle al Circo Massimo con una battuta, tra il serio e il faceto. Perché il popolo del Movimento 5 Stelle ufficialmente non cerca leader ("Noi abbiamo più iscritti del Pd, Renzi è un leader senza base e noi una base senza leader", ripete il comico-guru) ma di certo c'è che qualcuno riesce ad affascinarlo meglio di altri.



 

Lo show di Mai e DiBa - L'invito ai parlamentari grillini è secco: "Uscite dal parlamento e andiamo nelle piazze". Innanzitutto, quelle di Genova, affogata da acqua, fango e incuria dell'amministrazione locale e regionale. "Ci andremo martedì, a spalare il fango. Non lunedì, perché c'è allerta meteo". Durissimo l'attacco al sindaco Doria e al governatore Burlando, entrambi sostenuti dal Partito democratico: "Devono andare via immediatamente, siamo sommersi dalla peste rossa". Per ora comanda sempre lui, Grillo. Ma Luigi Di MaioAlessandro Di Battista arringano gli attivisti, studiando da leader. "Se li cercate, andate alla Festa dell'Unità", fa eco al capo Di Maio. Tutti però sono d'accordo: bisogna mandare a casa Renzi, con o senza esercito. "A Renzi ho fatto una proposta sulle preferenze e lui mi ha risposto chiudendosi a Palazzo Chigi con Berlusconi", commenta Di Maio, che aggiunge: "Non so quando andremo al governo ma dobbiamo essere pronti".

La guerra delle cifre - Anche per questo la polemica sulle cifre di chi ha partecipato alla tre giorni romana non è solo retorica. Dal suo blog Grillo parla di 500mila presenze complessive, stima sicuramente generosa visto che secondo la Questura parla di 150mila persone per la seconda giornata, quella di sabato (la più riuscita) e alla prima giornata difficilmente si sono superate le 20mila presenze (il Fatto quotidiano parlava addirittura di 5.000 persone). Vecchia regola della politica seguita anche dagli anti-Casta a 5 Stelle: contare le teste per mostrare i muscoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frabelli

    13 Ottobre 2014 - 15:03

    È tornato, finalmente, a fare quello che sa: il comico! In un circo, davanti ad un pubblico è tornato a far ridere.

    Report

    Rispondi

  • mich123

    13 Ottobre 2014 - 13:01

    Siamo tutti incazzati contro la casta e questa classe dirigente feudataria, ma per governare un Paese ci vuole più che un'incazzatura e un discorsetto di Di Maio.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    13 Ottobre 2014 - 11:11

    segue a Giovani Manzo: in quanto all'attacamento ai valori ecc. ecc. ti ricordo solo il volontariato alle migliaia di Feste dell'Unità o Democratiche, con le regionali e la nazionale che durano 15/20 giorni.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    13 Ottobre 2014 - 11:11

    Giovanni Manzo; intanto la comunista CGL ne ha portati qualcosina in più: dalla Questura 250.000. Come anche avveniva per il PC/DS in anni precedenti; e sempre, tutti si sono pagati da sè il viaggio, il vitto e l'alloggio. Poi, fa una bella differenza far credere 500.000 convenuti invece dei molto più probabili 150.000 (anche se tanti) della Questura. Li abbiamo visti gli spazi vuoti nei vari TG

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog