Cerca

La rilevazione

Jobs Act, sondaggio Ispo: la maggioranza degli italiani boccia Renzi

Jobs Act, sondaggio Ispo: la maggioranza degli italiani boccia Renzi

Il governo Renzi ha incassato la fiducia al Senato sul Jobs Act, malgrado i fenomeni di dissenso maturati in questi giorni tra una parte degli esponenti del Pd. Adesso il provvedimento verrà sottoposto alla Camera, dove il governo gode di una ben più larga maggioranza (anche se, anche in questo contesto, si manifesteranno probabilmente dei malumori nella sinistra dem): ciononostante il presidente del Consiglio sta valutando la possibilità di chiedere nuovamente la fiducia. Ma come avrebbero votato gli italiani se fossero stati al posto dei senatori? Avrebbero dato anche loro la fiducia al governo?

Bocciato nel merito - La risposta a questo quesito non appare scontata. Da un verso, infatti, Renzi e il suo governo continuano a godere di un larghissimo consenso e di una vasta popolarità, e gli italiani nella loro maggioranza continuano a credere nell'esecutivo e a ritenere che stia agendo positivamente. Dall'altra parte, sono emerse diffuse perplessità nel merito del Jobs Act e, in particolare, della questione concernente la modifica dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. In un sondaggio dall'Istituto Ispo Ricerche, effettuato qualche giorno fa, emergeva come poco meno della metà della popolazione (tra il 40 e il 50%, a seconda della formulazione del quesito) manifestasse molti dubbi sull’opportunità e, specialmente, sull’efficacia, anche in termini occupazionali, dei provvedimenti proposti dal governo.

La fiducia divide italiani e senatori - Il conflitto appare particolarmente intenso nell’elettorato del Pd. È proprio in quest’ambito, infatti, che si sono manifestate le più diffuse perplessità sulla modifica dell’articolo 18. Ma, al tempo stesso, proprio tra gli elettori del Pd è maggiormente presente la tendenza a dare la fiducia al governo nel suo complesso, in modo che prosegua la sua azione. Il risultato è che, di fronte al quesito se avrebbero dato la fiducia o meno al governo sul Jobs Act proposto dal governo Renzi, gli italiani si dividono in due: il 39% (con una accentuazione tra le persone meno giovani) dichiara che avrebbe votato a favore dell’esecutivo e una percentuale sostanzialmente identica (40%, ma la differenza dell’1% è ininfluente dato il margine di approssimazione statistico) afferma viceversa che si sarebbe schierata contro la fiducia. Molti, più di un italiano su cinque, sono però coloro che dichiarano di non sapere cosa avrebbero scelto. Ciò dipende prevalentemente dal disinteresse verso la politica e i suoi avvenimenti da parte di una fetta consistente di popolazione: non a caso, la risposta “non so” è più diffusa tra le categorie meno centrali, vale a dire coloro che posseggono un titolo di studio basso, specie tra le casalinghe. Insomma, la fiducia al governo Renzi sul Jobs Act divide gli italiani, così come ha diviso i senatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    22 Febbraio 2015 - 07:07

    Gli italiani ne hanno piene le Ba.... del Bullo, dell'uomo COOP e della Banca Etruria (Boschi), a loro si aggiungano tutti i componenti di questo governo farlocco di NON votati -

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    14 Ottobre 2014 - 12:12

    sarebbe interessante se encol ed arwen (ed altri, naturalmente) dicessero cosa avrebbe dovuto fare, invece, Renzi. Quali provvediementi, quali decreti da trasformare in legge entro 6o giorni, avrebbe dovuto attuare ma, soprattutto, come, in base a quale altro iter e con quale maggioranza farseli approvare in Parlamento. Perché lo sapete, vero, che tutto si fa in Parlamento? Attendo fiducioso

    Report

    Rispondi

    • amokao

      24 Febbraio 2015 - 15:03

      Ti rispondo io su cosa avrebbe dovuto fare renzie, una sola cosa..... andarsene 'affanculo!!!

      Report

      Rispondi

  • gregio52

    14 Ottobre 2014 - 11:11

    La maggioranza degli italiani boccia Renzi. Ora bisogna che questa maggioranza non faccia come Renzi, solo parole e niente fatti.

    Report

    Rispondi

  • mark51

    14 Ottobre 2014 - 08:08

    libero sbagliato :la maggioranza degli italiani manderebbe a casa tutti non solo renzi se ci fosse pinco pallino sarebbe la stessa cosa in italia ci vuole una rivoluzione totale del sistema e perfettamente innutile che si continui a cambiare governi,i personaggi son sempre gli stessi ed i risultati sono sempre uguali cioe catastrofici e gli italiani diventano sempre piu poveri

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog