Cerca

Fischi

Matteo Renzi contestato a Bergamo, fischi e insulti da 200 lavoratori

Matteo Renzi contestato a Bergamo, fischi e insulti da 200 lavoratori

Matteo Renzi in visita alla fabbrica Persico di Nembro a Bergamo, dov'è in corso l’assemblea generale della Confindustria della città lombarda, è stato fischiato e contestato dai circa 200 lavoratori, vicini alla Fiom e ai sindacati di base, che stavano protestando davanti ai cancelli della fabbrica contro il Jobs Act.

I fischi - Ad accogliere Renzi all’interno dello stabilimento c'erano, tra gli altri, il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, il presidente della Regione Roberto Maroni, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Con Renzi è arrivato anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio. I lavoratori (una cinquantina, sventolanti bandiere della Fiom, dei sindacati e di Rifondazione comunista) hanno indirizzato agli ospiti in arrivo petardi, fischi e slogan come "a difesa del lavoro e dell’articolo 18", "Vergogna" e l'ironico "Compagno Renzi vieni con noi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lellopontillo

    14 Ottobre 2014 - 12:12

    Non sono un renziano però dico che se la smette di promettere e comincia a fare qualcosina di quello che dice non sbaglia. Noi italiani vogliamo i cambiamenti cioè tagli tagli tagli l'unico posto dove ci sono i soldi veri per poter uscire dal baratro e nelle loro tasche enti inutili rimborsi ad aiosa sindacati parassiti parlamentari e senatori inutili Aiutino piccole imprese e lavoratori onesti.

    Report

    Rispondi

  • moratoantony34

    14 Ottobre 2014 - 07:07

    Si sono dimenticati di prendere le uova marce !!

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    13 Ottobre 2014 - 22:10

    Stai contento che si sono limitati, con il passere del tempo l'aria sarà molto ma molto più pesante.

    Report

    Rispondi

  • vedrana

    vedrana

    13 Ottobre 2014 - 18:06

    Il fatto è che l'amico fiorentino se ne frega di tutti e di tutto. Ormai campa di rendita del 40% comprato con gli 80 €.. I pecoroni non si accorgono che li toglie di nuovo con una miriade di tasse e gabelle. Svegliatevi gente, svegliatevi. Non vi accorgete che tutto va a rotoli??? Vedrana

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog